Lezioni di crowdfunding alle no-profit. Cogeser insegna la raccolta fondi sul web

MELZO Lezioni di crowdfunding e finanziamento del 20% dei progetti no-profit con un tetto massimo di 2mila euro, Cogeser, l’azienda pubblica...

Lezioni di crowdfunding alle no-profit. Cogeser insegna la raccolta fondi sul web

Lezioni di crowdfunding alle no-profit. Cogeser insegna la raccolta fondi sul web

Lezioni di crowdfunding e finanziamento del 20% dei progetti no-profit con un tetto massimo di 2mila euro, Cogeser, l’azienda pubblica dell’energia, insegna alle associazioni a raccogliere fondi sfruttando il web. È una vera e propria scuola per imparare tutti i segreti del mestiere: sarà lanciata mercoledì alle 16.30 in Sala Vallaperti a Palazzo Trivulzio, a Melzo. In platea i mondi ai quali da 30 anni la società è vicina, dal sociale, allo sport, alla cultura, "sempre a sostegno delle eccellenze della Martesana". L’obiettivo dell’iniziativa "è continuare in questa azione in maniera più efficace, aiutando a moltiplicare gli effetti delle donazioni grazie agli strumenti offerti dalla rete". I gruppi che parteciperanno a Diamo Energia ai tuoi progetti avranno accesso gratuito al percorso di formazione che permetterà di imparare come raccogliere risorse sul web. Poi i volontari potranno candidare la propria campagna, se l’idea funzionerà, verrà messa in rete e il gestore del gas e della luce sarà il primo sostenitore. Cogeser donerà un quinto del necessario. "Le relazioni con la comunità sono componente fondamentale della nostra missione - dice Paolo Sabbioni, amministratore unico di Cogeser (nella foto) -, con questo progetto facciamo un passo in avanti: offriamo all’associazionismo strumenti più efficaci per promuoversi".Bar.Cal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro