Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

L’asciutta del Naviglio è finita Aperto lo sbarramento di Turbigo

L’asciutta nel Naviglio Grande
L’asciutta nel Naviglio Grande
L’asciutta nel Naviglio Grande

Torna l’acqua nel Naviglio Grande. Con calma, per non sprecare neppure una goccia in vista della stagione irrigua. Lunedì lo sbarramento di Turbigo è stato riaperto è la corrente ha cominciato a rifluire nel canale; termina così l’asciutta del Naviglio, per il momento nel solo tratto fino ad Abbiategrasso. Qui una traversa gonfiabile impedirà il passaggio dell’acqua, dirottandola nel Naviglio di Bereguardo. Il Consorzio Est Ticino Villoresi ha infatti deciso di attendere lunedì prossimo, il 4 aprile, per effettuare nuove manovre consentendo al flusso di riprendere il suo cammino fino a Milano.

Un modo per risparmiare preziose risorse idriche, sperando che il fine settimana regali qualche scampolo di pioggia. Considerata la situazione di crisi idrica, il Consorzio ha infatti deciso di dedicare qualche giorno in più al completamento dei lavori per la messa in sicurezza di circa 7 chilometri di sponda tra Castelletto di Abbiategrasso e Gaggiano, anticipando alcune delle attività programmate per la prossima asciutta. "Alla luce dell’attuale situazione di scarsità idrica abbiamo deciso di ridare acqua al Naviglio Grande in due momenti differenti, lasciando il tratto interessato dai lavori in asciutta ancora per una settimana. In questo modo, preservando il più possibile risorsa idrica in vista dell’ormai imminente avvio della stagione irrigua, riusciremo ad anticipare una parte dei lavori pianificata nell’asciutta autunnale" ha spiegato il presidente del Consorzio ET Villoresi, Alessandro Folli. Nel Canale Villoresi, invece, l’acqua verrà reimmessa il 19 aprile nel tratto a monte di Parabiago, e il 26 aprile in quello a valle.

F.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?