Milano, suona il campanello per controllare se la casa è vuota. Ma ci sono mamma e figlio, il colpo sfuma: arrestato

Il tentato furto è avvenuto nell’appartamento di un condominio di viale Monte Ceneri. Sull’auto dell’uomo, i poliziotti hanno trovato arnesi da scasso e una smerigliatrice

Poliziotti in moto (Foto archivio)
Poliziotti in moto (Foto archivio)

Milano, 22 dicembre 2203 –  Andava a caccia di appartamenti da svaligiare nel periodo natalizio ma è andata male a un georgiano di 32 anni con precedenti che è stato sorpreso da un residente e poi arrestato dalla polizia, giovedì alle 15.45 in un condominio di viale Monte Ceneri.

A destare sospetti è stato il suono del campanello. Verosimilmente il ladro voleva controllare che in casa non ci fosse nessuno: e invece dentro, nell'attico della palazzina, su due piani, c'erano un 29enne e la mamma di 53 anni. Il 29enne ha controllato dallo spioncino prima di aprire e non ha visto nessuno. Per sicurezza è andato al piano di sopra, notando che ignoti avevano cercato di forzare la portafinestra del terrazzo senza però riuscire a intrufolarsi in casa. A quel punto ha raggiunto le scale condominiali dove ha notato la sagoma di uno sconosciuto, che non ha perso di vista, e ha chiamato subito il 112.

Così in viale Monte Ceneri sono arrivati i poliziotti motociclisti delle Nibbio che hanno bloccato l'uomo, poi risultato essere un georgiano di 32 anni. I poliziotti lo hanno perquisito trovandogli in tasca le chiavi di una Opel Astra parcheggiata lì vicino. Dentro l'auto c'erano una smerigliatrice angolare e altri oggetti da scasso. L'uomo è stato quindi arrestato per tentato furto in appartamento.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro