BRUNO
Cronaca

La vera forza del terziario turistico

Il terziario turistico guida l'economia italiana, trainato da settori come commercio e ricettivo. Milano si conferma leader grazie a solidità finanziaria e eventi attrattivi.

Villois

Il sistema economico italiano è sempre più vincolato al terziario, a sua volta spinto da commercio, ricettivo, ristorazione e affini, settori fortemente legati al turismo estero, il quale dispone di una capacità e propensione alla spesa quasi doppio di quello italiano. L’industry è in una fase di sistematico rallentamento, che fa seguito ad un biennio precedente spumeggiante che ha portato, insieme all’agroalimentare, l’export ha superare il massimo di sempre, raggiungendo gli oltre 600 miliardi di euro. Il terziario più dinamico e profittevole resta ampiamente rappresentato da quello lombardo, a sua volta sospinto da quello milanese. A confermare questo dominio ci ha pensato, mai come prima, il Salone di arredo e design che in una settimana ha visto aumentare il flusso di presenze turistiche di ben oltre 300mila persone, per oltre i 2/3 straniere, con una spesa procapite media ragguardevole, articolata nel ricettivo ed enogastronomico, ma anche dal commercio di elevato standing.

Il fatto che l’economia italiana abbia ormai come locomotiva il terziario turistico è un fatto positivo, viste le capacità attrattive del Paese, purtroppo una parte maggioritaria del imprese dell’attrattività sono di piccole dimensioni, hanno limitata capacità finanziaria e significativo ricorso al debito bancari, condizioni che ne evidenziano elevata fragilità economica. Solo il comparto commerciale e ricettivo milanese dispone di una solidità patrimoniale e finanziaria che la mette al riparo da rallentamenti della domanda che potrebbero manifestarsi già nell’anno in corso. La solidità delle imprese milanesi deriva da due principali fattori: uno riguarda l’assetto proprietario di lunga durata e forte esperienza gestionale, l’altro l’importanza del traino di eventi che sono praticamente continuativi per oltre 10 mesi l’anno e garantiscono affluenze rilevanti, con elevata propensione alla spesa e permanenze lunghe. A monte del combinato disposto vincente c’è l’intera classe dirigente milanese, e in generale la capacità di anticipare i tempi da parte di soggetti come Fiera Milano, Aeroporti Milanesi, Camera di Commercio e associazioni datoriali.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro