La sicurezza in cantiere si impara fin da piccoli

L’iniziativa della “Safety week” gestita dagli studenti dell’istituto Bazzi proporrà il tema in modalità di gioco ai figli di muratori e carpentieri

di Barbara Calderola

La sicurezza sul lavoro? Si insegna fin da bambini. Tema delicatissimo con la Lombardia e il territorio maglie nere in Italia per morti bianche e infortuni al centro della “Safety week”, l’iniziativa di sensibilizzazione che passa da Milano e provincia. Una settimana di eventi, scattata ieri, che si chiuderà a Pioltello con un cantiere a misura di piccoli "per insegnare i rischi fin dalla più tenera età". I ragazzi, figli di muratori e carpentieri al lavoro sui ponteggi, indosseranno l’elmetto giallo come papà e giocando entreranno in contatto con situazioni critiche imparando ad affrontarle. L’appuntamento è per sabato dalle 15 alle 22 al campo prove di via Morvillo, 20mila metri quadrati, dove di solito si tengono i corsi di antinfortunistica per edili. "Un appuntamento aperto a tutte le famiglie dei lavoratori", spiega l’amministrazione, con momenti destinati a imprimersi nella memoria, come l’esibizione delle unità cinofile e delle guardie ecologiche a cavallo.

In campo i tecnici di Ats, che per un giorno non saranno chiamati a rilievi tecnici dopo un incidente, Protezione civile, Croce verde e soprattutto l’Istituto Bazzi di Milano che forma addetti del settore, saranno gli studenti a gestire l’iniziativa. "Si parlerà di sicurezza sulle impalcature, ma anche di prevenzione incendi, di primo soccorso e di salute e alimentazione. È un’iniziativa per tutta la famiglia", sottolinea l’organizzazione. L’obiettivo? "Imparare a prevenire i rischi divertendosi e conoscere e risolvere i problemi insieme ai soccorritori. Così i bimbi si cimenteranno anche con le tecnologie che possono salvare la vita, a partire dai droni. Ad accoglierli, la sindaca Ivonne Cosciotti e Beatrice Uguccioni, consigliere di Palazzo Marino e di Città metropolitana con delega alla mobilità e alle infrastrutture. È prevista anche la piantumazione di piccoli cipressi, lo sguardo green e i fondi del Pnrr sono parte integrante del programma dell’evento che passa da città sostenibili e smart. La giornata si concluderà con il naso all’insù e gli occhi nei telescopi dei giovani di Phisical Pub, l’associazione di fisici che aiuterà genitori e figli a guardare le stelle. L’iscrizione è gratuita e obbligatoria , il modulo è disponibile sul sito del Comune.