La manager: "Ora so che fare in caso di pericolo"

Michela, 47 anni, tre figli (le femmine fanno judo) "Voglio imparare a reagire se ce ne fosse bisogno".

La manager: "Ora so che fare in caso di pericolo"

La manager: "Ora so che fare in caso di pericolo"

"Una delle ragioni per cui sto seguendo le lezioni di difesa personale è capire come posso

trasmettere ai miei figli delle tecniche di autodifesa". Michela Testa è una donna di 47 anni, con uno sguardo che emana determinazione ma nello stesso tempo è sorridente. Madre di tre figli, lavora in una multinazionale americana.

Da quanto vive a Milano? Pensa che questa città sia diventata più pericolosa?

"Vivo a Milano dal 2011 perché sono originaria di Roma. Negli anni non ho percepito un cambiamento, ma trovo che alcune zone siano un po’ più malfamate. Io venendo dalla

capitale non penso che la metropoli milanese sia più pericolosa".

La spaventa camminare per le strade di Milano, sia di giorno che di sera?

"Sì perché ogni volta che cammino, soprattutto di sera, da sola, procedo velocemente per arrivare presto a casa, preparandomi, durante il tragitto, il mazzo di chiavi in mano".

Le è mai capitato di doversi difendere?

"No, per fortuna non mi è mai successo".

Ha paura che le possa accadere prima o poi?

"Sicuramente può succedere, quindi sì. Ci si può trovare in situazioni di pericolo. Per esempio, quando entro in auto la chiudo subito perché ho sempre paura che qualcuno possa entrare. Se mi dovesse capitare mi sentirei in difficoltà, perché mi

troverei in un ambiente chiuso con l’impossibilità di movimento e non riuscirei a scappare".

Cosa l’ha spinta a praticare difesa personale?

"Tutte queste notizie di cronaca nera mi hanno portata a voler acquisire tutte quelle

competenze che mi permettono di reagire in determinate situazioni. Dopo queste prime lezioni di difesa personale già percepisco una maggiore sicurezza. Ho

preso consapevolezza nel sentirmi in diritto di agire in contesti pericolosi in cui mi potrei trovare".

Vorrebbe che i suoi figli, quando diventeranno grandi, praticassero la difesa personale?

"Sicuramente la farò praticare. Le mie due figlie, la più piccola di 5 anni e la maggiore 9, stanno imparando judo con il maestro Moreno. Una delle ragioni per cui sto seguendo

le lezioni di difesa personale è anche per capire come posso trasmettere a loro delle conoscenze, utili per reagire in alcune situazioni. Consiglierei questo corso anche a mio figlio di quasi 11 anni perché, pur con l’educazione che gli abbiamo dato, voglio che lui capisca quali siano i limiti da non superare".

M.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro