Il rapper Grido, il fratello J-Ax e Takagi durante l’apertura dello store Mr Nice
Il rapper Grido, il fratello J-Ax e Takagi durante l’apertura dello store Mr Nice

Milano, 14 giugno 2018 - Studenti universitari, avvocati con la borsa 24 ore, pensionate in cerca di tisane rilassanti. Vogliono «la marijuana legale», l’erba con contenuto di Thc, la sostanza psicotropa, inferiore al limite consentito dello 0.6%. Un business che ha portato al fiorire di negozi e piantagioni, riconvertendo aree agricole prima destinate ad altre colture. A Milano, dove sono già una decina le attività, è spuntato Mr Nice, il negozio aperto dal rapper J-Ax, Alessandro Aleotti, con il fratello Grido e Takagi in via Bertini, a pochi passi dalla Chinatown cittadina.

All'inaugurazione J-Ax aveva accolto una folla di clienti e curiosi: «È il giorno che aspettavo da vent’anni», ha spiegato il rapper, autore con gli Articolo 31 di “Ohi Maria”, un inno anni ‘90 alla marijuana e all’antiproibizionismo. Adesso il flusso degli acquirenti è costante. Il commesso spiega a due ragazzi che, per evitare problemi nel caso di controlli delle forze dell’ordine, è sempre meglio portare con sé lo scontrino e la busta con il logo “Maria Salvador”, altro riferimento a una canzone di J-Ax. L’erba light viene venduta come «prodotto da collezione», al prezzo di 30 euro per 2,5 grammi, superiore rispetto al mercato illegale. Ma l’uso che ne fanno gli acquirenti è un altro. «Fumo marijuana da anni e in passato l’ho anche coltivata sul balcone di casa», racconta Matteo, impiegato 35enne. «Ho deciso di passare al prodotto legale perché non fumo per cercare lo sballo - prosegue - ma per rilassarmi dopo una giornata di lavoro». L’erba venduta da Mr Nice proviene da piantagioni in Austria e Svizzera, è importata e distribuita dalla società Legal Weed. «I controlli vengono effettuati nei laboratori dell’Università Statale di Milano - assicura Grido - sono costanti e rigorosi. Non vendiamo i nostri prodotti a minorenni, tutto è trasparente e alla luce del sole». Grido, Luca Aleotti, si è lanciato a 39 anni nell’avventura imprenditoriale assieme a Takagi, altro ex Gemelli Diversi, e al «fratellone» J-Ax. Per aprire Mr Nice hanno scelto la zona dove sono cresciuti musicalmente, dove sorgono gli studi Best Sound che hanno fatto la storia del rap made in Italy.

«Abbiamo selezionato la genetica Maria Salvador - racconta - e nell’arco di tre mesi abbiamo aperto il negozio. È ancora presto per tracciare un bilancio, ma in media registriamo un centinaio di clienti ogni giorno. Vogliamo anche lanciare un messaggio culturale, speriamo che questo sia il primo passo verso la legalizzazione e la regolamentazione di un settore lasciato in mano alla criminalità. C’è ancora troppa confusione su quello che si può o non si può fare - conclude - qualche cliente ci ha chiesto ‘canne’ già preparate, o di poter fumare all’interno del negozio come se fossimo in un coffee shop di Amsterdam». Da Mr Nice si possono trovare buste d’erba, oltre a t-shirt con il logo colorato e tele dello street artist Raptus. Dall’altra parte della città, in viale Tibaldi, lo store Hemp Embassy vende anche talee di canapa, piantine mantenute nella fase vegetativa in modo da impedirne la fioritura e bloccare la produzione di Thc. Tutto legale ma, una volta acquistata la pianta, un consumatore puà farla fiorire e ottenere marijuana fatta in casa. E la norma, con poco sforzo, viene aggirata.