Incendio in casa. Intossicati madre e figlio

Incendio in un appartamento a Milano: cortocircuito in cucina causa fiamme. Padrona di casa e figlio di 4 anni salvati, lievi intossicazioni. Indagini in corso.

Incendio in casa. Intossicati madre e figlio

Incendio in casa. Intossicati madre e figlio

Tutto è partito da un cortocircuito in cucina, stando ai primi rilievi. Da lì l’incendio è divampato, poco dopo la mezzanotte di ieri, estendendosi in pochi minuti a un’altra stanza dell’appartamento all’ottavo piano di uno stabile di via Mar Nero, in zona Forze Armate, e generando immediatamente una densissima colonna di fumo nero. Per fortuna, la padrona di casa, una trentunenne italiana, e il figlio di 4 anni sono riusciti a uscire dall’abitazione prima che venisse completamente avvolta dalle fiamme, anche con l’aiuto dei vicini che hanno avviato le operazioni di spegnimento del rogo poi completate dai vigili del fuoco. La donna e il bambino sono stati assistiti dai sanitari di Areu e trasportati entrambi in ospedale: ricoverati per una lieve intossicazione, le loro condizioni di salute non destano particolare preoccupazione nei medici del Niguarda.

In via Mar Nero sono intervenuti anche i poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale della Questura. Dopo il sopralluogo dei pompieri, che non ha evidenziato danni rilevanti alle altre abitazioni né criticità particolari dal punto di vista della salubrità dell’aria, tutti gli inquilini dell’edificio hanno potuto fare rientro in sicurezza nei rispettivi alloggi. Gli accertamenti investigativi sulle cause sono ancora in corso, ma una prima ricostruzione che deve ancora trovare conferma fa risalire le cause dell’incendio a un probabile cortocircuito avvenuto in cucina, forse partito da un elettrodomestico.

N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro