In caso di maltempo chiuse 11 oasi del Parco Sud Milano

In seguito ai violenti fenomeni meteo, la Città Metropolitana di Milano ha emesso un'ordinanza che vieta l'accesso a 11 aree naturalistiche del Parco agricolo Sud Milano in caso di allerta meteo. Misura precauzionale per garantire la sicurezza.

In caso di allerta meteo, accesso vietato in 11 aree naturalistiche del Parco agricolo Sud Milano. Lo ha deciso, con un’ordinanza, la Città Metropolitana di Milano. Queste le zone interessate dal provvedimento: il Carengione a Peschiera Borromeo, il fontanile Nuovo di Bareggio, il fontanile Rile di Settala, il laghetto di Gambarino a Rosate e Vernate, il lago di Basiglio, il Lamberin di Opera, la lanca Pizzabrasa a Opera, l’oasi di Lacchiarella, il parco dei Fontanili di Rho, le sorgenti della Muzzetta a Rodano e Settala, la zona umida di Pasturago a Vernate.

Emessa a tutela dell’incolumità pubblica, l’ordinanza è da considerarsi in vigore ogni qualvolta vengano emanati, da parte della Protezione civile regionale, dei bollettini di allerta meteo gialla, arancione, o rossa. In occasione dei violenti fenomeni metereologici avvenuti negli ultimi mesi nel Milanese anche le aree naturalistiche in capo alla Città Metropolitana hanno subìto danni, in alcuni casi notevoli, con alberi caduti, recinzioni divelte, corsi d’acqua fuoriusciti dal proprio alveo. Da qui il divieto di accesso, pensato a scopo precauzionale per favorire la sicurezza.

Alessandra Zanardi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro