Il progetto da due milioni e mezzo. Polo dell’infanzia, via al cantiere

A Cesano Boscone la struttura, realizzata in legno e a impatto ambientale quasi zero, accoglierà 130 bambini

Il progetto da due milioni e mezzo. Polo dell’infanzia, via al cantiere

Il progetto da due milioni e mezzo. Polo dell’infanzia, via al cantiere

L’area in via Vespucci, tra la scuola secondaria Leonardo Da Vinci e la primaria Monaca, è stata ufficialmente consegnata all’impresa che si occuperà di costruire il nuovo polo per l’infanzia 0-6 anni. Si tratta di un grande progetto, finanziato con 2 milioni e mezzo di euro che Cesano è riuscita ad aggiudicarsi dai fondi Pnrr.

"Con l’allestimento del cantiere, diamo inizio a un progetto innovativo - spiega il vicesindaco Salvatore Gattuso - dal punto di vista sia educativo, sia dell’impatto sul territorio, grazie all’utilizzo di materiali altamente compatibili. Nelle scorse settimane, abbiamo avviato nei nostri nidi una serie di progetti sperimentali molto graditi dai genitori, tra cui le aperture serali. Proseguiamo in questo solco con la realizzazione del nuovo polo, così da rispondere con strutture e servizi adeguati alle esigenze delle famiglie con bambini piccoli". La struttura è stata progettata secondo le ultime linee guida pedagogiche e sarà formata da un volume compatto suddiviso in due blocchi su un unico livello: uno destinato a ospitare cinque sezioni, l’altro per i servizi scolastici e per le funzioni comuni, come la biblio-ludoteca. Complessivamente consentirà di accogliere 130 bambini. "Il primo polo per l’infanzia 0-6 di Cesano - commenta l’assessore ai Progetti strategici e all’attuazione del Pnrr Marco Pozza - sta diventando realtà. Con la realizzazione della nuova struttura, che porta il nostro Comune in linea con le offerte di livello europeo in termini di posti disponibili e che garantirà una più completa offerta educativa alle famiglie, andiamo a completare un comparto per le nuove generazioni. Abbiamo ottenuto un importante risultato anche grazie all’impegno straordinario da parte degli uffici nella continua rincorsa dei tempi necessari per ottenere il finanziamento. A loro va il mio più totale ringraziamento".

La nuova scuola è stata anche progettata per avere un impatto quasi zero sull’ambiente: verrà infatti realizzata in legno, prevedendo grandi aperture sugli ampi spazi verdi circostanti, dove saranno allestite aree gioco ed educative all’aperto, e sarà ad altissima efficienza energetica. La struttura è pensata come "laboratorio permanente di ricerca, innovazione e apertura al territorio, per offrire ai bambini e alle loro famiglie un’esperienza formativa di qualità - spiegano dal Comune -. Dal punto di vista delle prestazioni energetiche e della tecnologia, il Polo sarà dotato di un sistema di domotica degli impianti".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro