"Il mio numero su un sito di incontri. Ho chiesto aiuto, ora ne sono uscita"

Un adolescente di 16 anni, vittima di bullismo, racconta la sua storia. Dopo aver subito insulti e minacce, ha trovato la forza di chiedere aiuto e di superare i problemi di salute. Oggi vorrebbe aiutare altri con le stesse difficoltà.

Sono F. e ho 16 anni. È iniziato tutto in prima superiore: avevo un principio di scogliosi e dovevo portare il busto Quando i miei compagni lo scoprirono, per me iniziò l’incubo. Mi dicevano che ero brutta, che ero un animale, che avevo la lebbra, che puzzavo. Non so dove trovavo la forza di alzarmi la mattina per andare a scuola. Ho iniziato a odiarmi, a odiare la mia vita. Poi uno dei bulli che mi perseguitava ha messo la mia foto e il mio numero di telefono su un sito di incontri e ho iniziato a ricevere chiamate da numeri sconosciuti. Mi mandavano messaggi e proponevano cose terribili. Anche se ho cambiato scheda, ogni volta che mi chiama un numero sconosciuto ancora mi paralizzo. Stavo quasi per farla finita, poi mia madre mi fece parlare con la preside. Il bullo fu sospeso e poi bocciato. Superai i miei problemi di salute e decisi di farmi aiutare da una psicologa. Ho capito che io valgo tanto. Un giorno vorrei far parte di qualche associazione contro il bullismo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro