Il Comune rinuncia al terzo plesso delle medie

CERNUSCO SUL NAVIGLIO L’addio alla terza scuola media a Cernusco ora è ufficiale: il Comu...

L’addio alla terza scuola media a Cernusco ora è ufficiale: il Comune cancella l’opera da 8 milioni. Il calo demografico e le critiche serrate della minoranza fanno ingranare la retromarcia alla Giunta. La conferma in aula durante il dibattito sul Piano Diritto allo Studio. Iscritti alle elementari in diminuzione del 10%, "classi pollaio inesistenti, alle medie ci sono 21,4 alunni per aula, ma in qualche caso alla primaria arriviamo a 17, il numero minimo per mantenere gli insegnanti", ricorda Giordano Marchetti, capogruppo di Vivere Cernusco, all’opposizione. Questo il quadro, senza dimenticare che al plesso di via Don Milani "ci sono un centinaio di ragazzi in arrivo da Pioltello e che alcune aule sono vuote". Tutto inserito in un taglio generale della popolazione, "secondo uno studio del Pim commissionato sul tema dal Comune, nel 2030 in città avrebbero dovuto esserci 40mila abitanti, e già quest’anno 37mila, ma siamo 34.850". "Uno scenario fuorviante usato per giustificare la necessità del nuovo plesso", denunciava da tempo Vivere che l’estate scorsa aveva organizzato un’assemblea pubblica innescando la riflessione che ha portato la svolta. Rimane la critica politica: "La scelta non è accompagnata da un’analisi che invece era necessaria – ancora Marchetti – anche perché la maggioranza fece della costruzione un cavallo di battaglia in campagna elettorale". Bar.Cal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro