Barca taxi sui Navigli (Newpress)
Barca taxi sui Navigli (Newpress)

Milano, 10 settembre 2019 - Il progetto di collegare Locarno, Milano e Venezia attraverso un sistema di canali navigabili potrebbe presto diventare realtà. Lo ha spiegato Alessandro Folli, presidente del consorzio Est Ticino Villoresi, nel corso della presentazione della prima edizione della Milano Women Rowing Cup  a Palazzo Marino, in programma dal 13 al 15 settembre. Attraverso un bando dell'Unione europea sono stati trovati i 13 milioni necessari per il la realizzazione della conca sul lago Maggiore, l'ultima rimasta per consentire la navigazione continua dopo che tutte le conche lombarde furono sistemate in occcasone di Expo.

Uno scorcio dei Navigli"Ora dobbiamo solo decidere chi farà l'intervento - ha detto Folli - potremmo occuparcene noi del consorzio ma quest'anno investiremo già 30 milioni di euro in altri progetti". Tuttavia, dovranno essere trovati altri 50 milioni per rendere nuovamente navigabile il Naviglio Pavese, un'opera che consiste nel modificare quattro ponti tra Milano e Pavia, attualmente fatti a raso, facendoli tornare "a schiena di mulo". Per reperire questi fondi, il presidente del consorzio Villoresi punta sul rinnovato dialogo con la nuova ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli. "La incontrerò presto per capire se c'è la volontà di mettere a disposizione il denaro necessario - ha spiegato Folli - ma credo che nel giro di due o tre anni l'operazione si farà".

Asciutta NavigliLo sviluppo del trasporto ecologico lungo tutto il percorso dell'idrovia sarà invece curato grazie ai fondi messi a disposizione dal programma di coperazione transfrontaliera Interreg Italia - Svizzera 2014 - 2020, pari a un milione e seicento mila euro. Tra i progetti in cantiere lo studio di un "corridoio elettrico" lungo la dorsale del lago Maggiore, del Ticino e del sistema di canali con la creazione di colonnine eletteriche e la messa a disposizione di biciclette e veicoli elettrici; la realizzazione di nuovi pontili e ormeggi; il miglioramento delle strutture ricettive per gli utenti della mobilità ecocompatibile con la creazione di un bike hotel a castelletto Ticino. Soddisfatta Roberta Guainieri, assessore allo Sport e Turismo del comune di Milano: "Sono molto contenta, è un progetto che il Politecnico sta portando avanti da anni e credo che sia un altro modo di valorizzare Milano, rendendola una città d'acqua".