Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Hacker contro sanità lombarda, Moratti: "Ricatto evitato, servizi quasi tutti operativi"

Ancora in down i pronto soccorso dell'Asst Fatebenefratelli-Sacco. La vicepresidente della Regione: "Nuova ondata Covid? Noi ne risentiamo meno grazie alle vaccinazioni"

MORBEGNO, VICEPRESIDENTE MORATTI  - foto(ANSA/ANP)
La vicepresidente di Regione Lombardia Letizia Moratti

Milano, 5 maggio 2022 -  "Abbiamo fatto fronte all'hackeraggio, siamo stati noi a chiudere i nostri sistemi per non dover sostenere un ricatto. Quindi è stata fatta un'azione proattiva": lo ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Letizia Moratti, a margine dell'inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Paolo, tornando sull'attacco informatico che ha avuo come obiettivo l'Asst Fatebenefratelli-Sacco del primo maggio. 

L'azione di pirateria informatica ha avuto ripercussioni sugli ospedali Macedonio Melloni, Fatebenefratelli, Sacco e Buzzi. L'assessore ha anche riferito che i sistemi sono quasi completamente nuovamente operativi e che "rimane solo una parte che va ripristinata ed è il pronto soccorso, riteniamo verrà superata nel giro di poco tempo". "Stiamo lavorando per ripristinare tutti i macchinari - ha detto - stiamo investendo molto in tecnologie digitali, in cybersecurity".  

L'assessore al Welfare si è soffermata anche sulla nuova fase di contrasto alla pandemia e sull'uso delle amscherine anche dopo la fine dell'utilizzo del Green Pass. "La nostra Regione, essendo quella con il tasso di vaccinazione più alto, subisce meno questa ondata, i ricoveri in terapia intensiva sono in costante diminuzione, la situazione è sotto controllo, ma non bisogna abbassare la guardia sull'uso delle protezioni individuali".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?