Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Garbagnate, recupero del vecchio ospedale: "Dopo anni il primo passo è fatto"

Il sindaco Davide Beretta soddisfatto: "Si apre un tavolo tecnico con il Parco delle Groane, Regione, Città Metropolitana e il Comune di Senago"

roberta rampini
Cronaca
L’ex ospedale, costruito nel periodo tra il 1923 e il 1930, in stile Liberty è tutelato dalla Sovrintendenza
L'ex ospedale di Garbagnate Milanese

Garbagnate Milanese (Milano) - «Ho una bella e incoraggiante notizia da darvi: ho avuto un proficuo incontro sul futuro del vecchio ospedale di Garbagnate". È il sindaco Davide Barletta, con un post sui social, a rendere noto che nei giorni scorsi si è finalmente riunito un tavolo tecnico per discutere sul futuro dell’ex ospedale chiuso nel 2015 diventato monumento del degrado e dell’incuria, con continui furti e atti di vandalismo. All’incontro oltre al sindaco garbagnatese erano presente Giancarlo Tancredi e Emmanuel Conte, rispettivamente assessore all’Urbanistica e assessore al Bilancio e patrimonio immobiliare del Comune di Milano, il vicensindaco di Città Metropolitana, Michela Palestra. Il complesso architettonico che sorge in un’area di 750mila metri quadrati all’interno della vasta pineta delle Groane, infatti, è di proprietà del comune di Milano.

"Finalmente è stato aperto quel tavolo tecnico che da anni invoco - spiega Barletta - coinvolgeremo anche il Parco delle Groane, Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e il Comune di Senago. È un approccio che condivido e che apprezzo molto, dimostra che si è compresa l’importanza dell’ex sanatorio, come struttura strategica nella zona (non solo per Garbagnate, quindi), anche in virtù del valore storico e artistico". L’ex ospedale costruito nel periodo dal 1923 al 1930 in stile Liberty è tutelato dalla Sovrintendenza ai beni architettonici. Soddisfatto per l’avvio del tavolo tecnico il sindaco garbagnatese ricorda che è stato "un percorso lungo e faticoso, iniziato nel 2017". E che c’è voluta nel 2018 un ordinanza nei confronti del Comune di Milano per la messa in sicurezza dell’area per convincere l’allora Prefetto Luciana Lamorgese a convocare il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

"Si era deciso l’apertura di un tavolo tecnico, che tuttavia non venne mai avviato, né da Milano né dalla Prefettura. Ora abbiamo fatto il primo passo - spiega Barletta -. Molto lavoro ci aspetta, ma sinceramente credo che questa possa essere la volta buona. Ogni garbagnatese è legato al vecchio ospedale, ne conosce la storia, anche recente. È doveroso innanzitutto porre fine al degrado e gettare immediatamente le basi per valorizzare uno spazio dall’elevato potenziale. Incrociamo le dita". Nulla è stato detto sulla sua destinazione anche se in questi anni le proposte e le idee sono state tante, da Rsa per anziani, a sede per comunità d’accoglienza, a nuovo polo scolastico, come unica sede per il liceo Russell di Garbagnate Milanese e liceo Fontana di Arese costretti ogni anno a rifiutare decine di nuovi iscritti per carenza di spazi. Nel 2019 il Comune di Milano aveva aperto un avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni d’interesse per la valorizzazione dell’ex ospedale. Ma il Bando si era chiuso con un flop: nessuno interessato a comprare né a prendere in uso l’ex nosocomio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?