Fototrappole in più punti. Agenti tra “i fantasmi“

Dopo una prima fase di analisi dell’area grazie a foto trappole posizionate in diversi punti, i poliziotti hanno individuato la...

Fototrappole in più punti. Agenti tra “i fantasmi“

Fototrappole in più punti. Agenti tra “i fantasmi“

Dopo una prima fase

di analisi dell’area grazie a foto trappole posizionate in diversi punti, i poliziotti hanno individuato la dinamica

di spaccio e individuato

un primo pusher, tunisino di 56 anni, sotto il ponte della tangenziale est. Gli agenti, in abiti civili, sono riusciti ad avvicinarsi mescolandosi ai tossicodipendenti

Altri hanno notato un cittadino marocchino di 59 anni con

un sacchetto bianco e che cercava di nascondere qualcosa vicino ai binari. Poi sono riusciti

ad avvicinarsi a un’altra postazione di spaccio accanto

a uno stabile in stato

di abbandono, dove c’era

un marocchino di 26 anni

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro