Milano, 4 marzo 2020 - Il Monte Rosa illuminato all'alba, la città che sale, la spirale di piazza Gae Aulenti e una fune lanciata da 200 metri d'altezza: "Gli orizzonti coraggiosi di Milano" è una poesia per immagini dedicata alla città, nei giorni incerti dell'emergenza coronavirus in Lombardia. Il video panoramico lo ha realizzato Dimitar Harizanov, operaio su fune, con un montaggio che esalta le inquadrature uniche e inedite che "il fotografo Spiderman di Milano" realizza mentre lavora con i compagni sospeso all'esterno dei grattacieli del centro, per la manutenzione delle strutture architettoniche. 

Grandangoli, timelapse, teleobiettivi, steadycam, le sequenze di Harizanov inquadrano tutto: dai giardini di Citylife alla Biblioteca degli alberi, dalla torre Hadid al Duomo, naturalmente. Protagonista assoluta è la città, con la sua attività frenetica, come era fino al 21 febbraio. "In questi giorni dobbiamo essere uniti e lo scopo del video è dare un messaggio di coraggio, ricordando ai milanesi quanto amino la vita della città con immagini che ho raccolto negli ultimi quattro anni", spiega Harizanov, 34 anni, dal 2015 in città.

"Milano mi ha fatto crescere ogni giorno di più - racconta -. Per questo voglio mostrare a tutti la bellezza della città, come nessun altro può vederla dal mio punto di vista. Per noi, che lavoriamo sospesi in alto, il primo piano vale l'ultimo ed è fondamentale sempre prendere decisioni e condividere esperienze. La vita è troppo breve per essere vissuta con paura".

Harizanov ha esposto le sue foto a Milano, Parigi, all’ambasciata italiana a New York, pubblicato su riviste e collaborato con Stefano Boeri. Lavora sui grattacieli più alti di Milano e su Instagram (@mitaka_neverdead) condivide ogni giorno le sue immagini.