Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 ago 2022

Faida tra rapper, Simba La Rue: "Il rapimento di Baby Touché? Una cosa mediatica"

Il ventenne ha ammesso di avere accoltellato un ragazzo amico del rivale

2 ago 2022
nicola palma
Cronaca
featured image
Simba La Rue e Baby Touché
featured image
Simba La Rue e Baby Touché

Milano, 3 agosto 2022 - Il pentimento è arrivato in coda all’interrogatorio: "Comunque mi sono reso conto dell’assurdità di tutto quello che è successo, che non giova a nessuno". Un interrogatorio durante il quale il ventenne Mohamed Lamine Saida, meglio noto nel mondo trap come Simba La Rue, ha deciso di rispondere alle domande del gip Guido Salvini, che gli ha chiesto conto delle accuse contestate dal pm Francesca Crupi e dai carabinieri della Compagnia Duomo a valle dell’inchiesta sulla faida con il gruppo rivale capeggiato da Baby Touché. Il ragazzo, che si è presentato al settimo piano del Palazzo di Giustizia con le stampelle per i dolorosi postumi della coltellata all’inguine ricevuta il 16 giugno nella Bergamasca, è partito proprio dalle condizioni di salute. «Quando sono stato arrestato, mi trovavo in ospedale a Lecco per un intervento all’arteria femorale, che è stato effettuato d’urgenza perché a casa la situazione era molto peggiorata e rischio di perdere la gamba". Poi l’artista, assistito dall’avvocato di fiducia Niccolò Vecchioni, ha iniziato a raccontare dei contrasti con Mohamed Amine Amagour alias Baby Touché: "Lui mi mandava post sui social, provocazioni, messaggi offensivi. Questo inverno, un giorno ero in corso Como con la mia ragazza e sono stato umiliato pubblicamente da questi ragazzi: mi hanno lanciato sassi e fatto un video". Il precedente Poi il 14 febbraio 2022 è andato in scena l’episodio che avrebbe dato il via all’escalation: un amico di Saida, il venticinquenne Fabio Carter Dago Gapea, "è andato a Padova", città in cui Amagour è cresciuto, e "ha chiamato questo rapper" per chiarire di non avere intenti bellicosi: "Touché non si è presentato, ma si è presentata una torma di persone: è stato umiliato anche Gapea, è stato pure accoltellato". È l’antefatto del raid del primo marzo in via Settala: "Noi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?