Esplode appartamento. Sventrato un palazzo: una donna salva per miracolo

Corsico, i vigili del fuoco hanno sgomberato l’edificio di via Montello. Si indaga sulla presenza nell’alloggio di sostanze pericolose. Le famiglie del quinto, sesto e settimo piano hanno dormito fuori casa.

Esplode appartamento. Sventrato un palazzo: una donna  salva per miracolo
Esplode appartamento. Sventrato un palazzo: una donna salva per miracolo

Una tremenda esplosione ieri alle 11 ha rotto la quiete di Corsico provocando paura e fuggi fuggi in un palazzo di via Montello all’angolo di via Fratelli Di Dio, alto otto piani e con più scale. La deflagrazione ha sventrato un appartamento facendo cadere i detriti dei muri esterni del palazzo in strada.

All’interno dell’abitazione c’era una donna che è rimasta miracolosamente illesa. Subito dopo l’esplosione il marito l’ha raggiunta in casa ed entrambi sono stati poi portati via dai carabinieri. Si indaga sulla sospetta presenza, all’interno dell’appartamento saltato in aria, di sostanze pericolose detenute illegalmente.

Sul posto per tutta la giornata e per tutta la notte hanno lavorato i vigili del fuoco intervenuti con diversi mezzi da Milano e dalle caserme della zona. Ingenti i danni causati dall’esplosione che ha costretto all’evacuazione del condominio al fine di mettere in sicurezza l’area e verificare la staticità degli altri appartamenti. Nessuno inquilino è rimasto ferito e nemmeno i passanti nonostante in strada piovessero calcinacci. "Fortunatamente non ci sono feriti - commenta il sindaco Stefano Martino Ventura -. L’edificio è stato evacuato e i vigili del fuoco stanno facendo tutti gli accertamenti necessari sulle strutture".

Per ora si esclude una fuga di gas. Ingenti i danni all’appartamento al sesto piano e a quelli del quinto e del settimo. Le pareti dell’appartamento completamente sbriciolate sono volate sui terrazzi sottostanti, sulle finestre e soprattutto su alcune auto parcheggiate davanti alla palazzina: una di queste è andata completamente distrutta. I vigili del fuoco e i carabinieri sono ancora al lavoro per cercare di stabilire se l’edificio sia pericoloso o meno.

Gli inquilini del piano interessato dall’esplosione non potranno fare rientro nei loro appartamenti così come quelli che abitano al piano di sotto e al piano di sopra. Saranno ospitati in strutture pubbliche messe a disposizione dal Comune di Corsico.

Per questo motivo sul posto è operativa anche la protezione civile di Corsico. Mentre le famiglie che vivono nelle case sotto il quinto piano hanno potuto fare rientro. La zona dell’esplosione è interdetta al traffico che viene deviato sulle vie parallele, mentre la palazzina è rimasta al buio.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro