Due gambizzati soccorsi in strada a distanza di 4 ore

A Milano, quattro colpi di pistola alle gambe feriscono Antonio A., sinti di 44 anni. L'aggressore è ancora sconosciuto, ma si ipotizza un legame con questioni familiari. Altri spari feriscono un uomo marocchino, coinvolto in una presunta rapina a Vigevano. Indagini in corso.

Due gambizzati soccorsi in strada a distanza di 4 ore

Due gambizzati soccorsi in strada a distanza di 4 ore

I quattro colpi di pistola sparati alle gambe in mezzo al traffico di viale Marche, martedì alle 18.15, avevano fatto temere per Antonio A., sinti di 44 anni originario di Torre Annunziata e senza fissa dimora a Milano (vive in un camper dalle parti di via Val Maira, a Niguarda), con tanti precedenti ma non dal curriculum criminale pesante. Operato all’ospedale Niguarda, è fuori pericolo ma resta sotto osservazione, soprattutto a livello vascolare. Il suo aggressore non ha ancora un nome: sono in corso le indagini dei carabinieri che nel frattempo hanno ascoltato la testimonianza della moglie del ferito alla quale, apprendiamo, non risulta che il marito avesse avuto screzi con qualcuno. Verosimile che l’agguato sia collegato a "questioni familiari". Al momento, non sembra che aggressore e vittima si fossero dati appuntamento e non è escluso che il primo (ripreso dalle telecamere, che aveva un cappellino da baseball, marrone, poi fuggito a piedi verso via Paolo Bassi) lo abbia seguito: il quarantaquattrenne sarebbe arrivato in viale Marche in auto, per entrare nel palazzo popolare vicino dal quale sarebbe uscito dopo 5 o 10 minuti. Poi gli spari. Da capire se la portiera della Lancia Delta, intestata alla moglie, fosse aperta o se a spalancarla sia stato l’aggressore, che gli ha sparato per quattro volte centrandolo ogni volta (un’ogiva è rimasta conficcata in una gamba). Nell’auto c’era ancora il cane dell’uomo, Tyson, un amstaff. Sempre martedì, alle 13.50, è stato soccorso un uomo di 27 anni, marocchino, in via Sella Nuova in zona Baggio. Aveva una ferita da arma da fuoco alla gamba ed è stato operato alla tibia al Fatebenefratelli. Indaga la polizia. L’uomo ha dichiarato di essere stato rapinato del telefono a Vigevano da due sconosciuti che gli avrebbero sparato per poi caricarlo su una Volkswagen nera e lasciarlo in via Sella Nuova. M.V.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro