Dopo l’intrusione di uno sconosciuto vigili presenti di pomeriggio nelle scuole

Un tavolo tecnico a Cesano Boscone discute interventi per garantire sicurezza nelle scuole dopo un episodio di intrusione. Focus su accortezze e manutenzione.

Un tavolo tecnico a cui hanno partecipato il vicesindaco Salvatore Gattuso, l’assessore alle Manutenzioni e al patrimonio pubblico Marco Pozza e i referenti dei plessi scolastici, con i direttori dei settori lavori pubblici, manutenzione, scuola e polizia locale. L’obiettivo è "definire eventuali ulteriori interventi da adottare, sia come scuola sia come Comune, per dare ai genitori e al personale la massima tranquillità", spiegano dall’Amministrazione, in seguito all’intrusione nel cortile della scuola dell’infanzia Don Sturzo, nelle scorse settimane, di un uomo con problemi psichici. Il tavolo è "un’occasione per confrontarci - evidenzia l’assessore Pozza - su quanto sia necessario fare. Abbiamo condiviso che sui temi della sicurezza c’è stata e c’è un’attenzione costante dell’amministrazione comunale. A volte si tratta di piccole accortezze, che è possibile adottare subito sia da parte del personale incaricato dal Comune sia da parte di quello scolastico. Altre volte, invece, occorrono degli interventi di manutenzione che richiedono più tempo, ma che è possibile programmare". Durante il primo incontro, il comandante della polizia locale ha risposto positivamente alla richiesta della referente del plesso don Sturzo, garantendo un pattugliamento dell’area scolastica nelle primissime ore del pomeriggio, quando il Centro anziani non è ancora aperto e frequentato. "Le nostre scuole sono sicure - precisa il vicesindaco Gattuso -. Ci sono comunque dei piccoli interventi e accorgimenti, anche di natura organizzativa interna ai plessi, che è possibile adottare in tempi rapidi per garantire la massima tranquillità a tutti".

Francesca Grillo

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro