Sull'episodio ha indagato la polizia
Sull'episodio ha indagato la polizia

Milano, 21 ottobre 2020 - Un 34enne è finito in carcere perché ritenuto responsabile dello stupro di una donna. La vittima, titolare di un ristorante, ha denunciato la violenza agli agenti del Commissariato Città Studi negli scorsi giorni. L'uomo si era presentato per cenare ed era rimasto nel locale fino a tardi nonostante l'invito a lasciare il locale. Secondo quanto riferito dopo diversi e insistenti tentativi di approcciarla, intimandole di non chiamare la polizia, il 34enne ha abbassato la saracinesca dall'interno del locale, l'ha afferrata per un braccio e, minacciandola con un coltello da cucina, l'ha condotta in un magazzino sul retro dove si è consumata la violenza. Nella serata seguente, i poliziotti hanno rintracciato l'uomo che, privo di documenti d'identità, è stato accompagnato in Questura per gli accertamenti ed è risultato sprovvisto del permesso di soggiorno, senza precedenti e richiedente asilo. Dopo ulteriori accertamenti, è stato recluso a San Vittore.