Salone del Mobile, boom dei prezzi per hotel e case su Airbnb: 350 euro a notte per un albergo a due stelle

Milano, indagine sull’offerta di alloggi durante la Design Week: aumenti fino al 320%. Per ora non c’è il tutto esaurito

Coda in via Tortona per il Fuorisalone 2023

Coda in via Tortona per il Fuorisalone 2023

Milano – A meno di 10 giorni dell'inizio della Design Week non c'è il “tutto esaurito” a Milano e l'aumento dei prezzi si conferma anche quest'anno molto alto, con una notte in hotel che arriva a costare il 320% in più nella settimana del Salone del Mobile rispetto a quella precedente. È quanto emerge dallo studio di Maiora Solutions, startup specializzata in strumenti di intelligenza artificiale per l’analisi dei dati per aziende. L’indagine ha valutato le disponibilità di alloggio a Milano, e i relativi prezzi medi, nella settimana della Design Week 2024 (15-21 aprile), a confronto con la settimana precedente (8-14 aprile) e successiva (22-28 aprile).

Niente sold out

Nello specifico, lo studio ha monitorato il flusso delle prenotazioni e i prezzi medi nelle strutture ricettive (appartamenti e B&B), negli hotel cittadini (da 2 a 5 stelle) e le soluzioni proposte da Airbnb. Come prevedibile, l'inizio del Salone Internazionale del Mobile si accompagna a un evidente aumento dei prezzi medi per notte, anche molto sostenuto rispetto alle due settimane che precedono e seguono l'evento, ma l'indagine di Maiora Solutions evidenzia anche che il sold out ancora non c'è.

Gli hotel

Per quanto riguarda il prezzo medio di una notte negli hotel di Milano, l'indagine rivela che durante la Design Week il costo è pari a 350 euro per un 2 stelle, 488 euro per un 3 stelle, 669 euro per un 4 stelle e 1.222 euro per un hotel 5 stelle. La settimana precedente (8-14 aprile), una notte a Milano costa mediamente molto meno: 135 euro in un 2 stelle, 153 euro per un 3 stelle, 246 euro per un 4 stelle e 424 euro per un hotel 5 stelle. A livello percentuale l'aumento dei prezzi durante i giorni del Salone è a tripla cifra, rispettivamente: +260% in un 2 stelle, +320% in un 3 stelle, +270% in un 4 stelle e +290% in 5 stelle. Il confronto con la settimana successiva alla Design Week (22-28 aprile) mostra aumenti ancora più sostenuti. Infatti, il costo medio di una notte in un hotel a 2 stelle è pari a 107 euro, 109 in un hotel a 3 stelle, 137 in un 4 stelle e 325 in un 5 stelle. La crescita percentuale dei prezzi durante la Design Week rispetto alla settimana successiva è ancora più alta di quella precedente: +330% per una notte in un 2 stelle, +450% in un 3 stelle, +490% in un 4 stelle e +375% in 5 stelle.

Airbnb

L'analisi condotta sulle soluzioni offerte da Airbnb mostra che il prezzo medio è di 340 euro a notte, molto più alto rispetto alle due settimane analizzate per il confronto, che mostrano un valore simile: 125 euro a notte (8-14 e 22-28 aprile). 

Disponibilità

A livello di disponibilità, come detto, si trova ancora posto a Milano nei giorni del Salone: il 30% delle strutture ricettive hanno ancora posto, così come il 45% degli hotel. “Ci aspettavamo, come ogni anno, un aumento del prezzo medio a notte durante la Design Week – commenta Andrea Torassa, co founder di Maiora Solutions – anche se abbiamo registrato crescite davvero notevoli rispetto al campione a confronto, con picchi che hanno superato addirittura il +400% per hotel a 3 e 4 stelle. Ci ha sorpreso, invece, la disponibilità tutto sommato piuttosto ampia che ancora si trova nei giorni del Salone: un’evidenza che potrebbe anche essere riconducibile ai costi davvero alti di soggiorno”.