LAURA LANA
Cronaca

Da Frida Kahlo a Pantani. L’Arte in Villa è servita

Sesto, si parte martedì con quindici storie di donne protagoniste del figurativo. Poi conferenza sull’impressionismo e laboratorio espressivo sul colore.

Da Frida Kahlo a Pantani. L’Arte in Villa è servita

Da Frida Kahlo a Pantani. L’Arte in Villa è servita

Da Frida Kahlo a Fausto Coppi, passando per Claude Monet e Marco Pantani. Con “Arte in Villa“ nasce una nuova rassegna all’interno della cornice delle dimore storiche della città, in particolare Villa Mylius, che dallo scorso anno ospita anche la biblioteca centrale. "La manifestazione – spiega l’amministrazione – costituisce un ambito per presentare libri, organizzare conferenze, esposizioni e dialoghi dedicati alle arti figurative, ponendosi come obiettivo quello di promuovere lo sviluppo, la diffusione e la fruizione dell’arte, come argomentato dall’Unesco nell’istituzione della Giornata mondiale dell’arte proclamata nel 2019 e fissata il 15 aprile".

Sesto ha così deciso di cogliere l’occasione di questa ricorrenza per promuovere tre incontri dedicati all’arte. Si inizia martedì alle 18 con la presentazione del libro “C’erano prima anche di Frida Kahlo“, quindici storie di artiste tra le tante possibili. Giovedì alle 21 sarà la volta della conferenza “Impressionismo, le ragioni della luce“, mentre sabato 13 aprile alle 15,30 si terrà un laboratorio espressivo con la presentazione del libro “Colore. Appunti per una storia“. Tutti gli eventi sono organizzati dal settore cultura e biblioteche di Sesto in collaborazione con enti, scuole, associazioni e librerie.

In parallelo è partita anche la nuova rassegna “Libri&Sport“, una serie di incontri per parlare dei protagonisti e delle diverse discipline attraverso i libri. Per questa nuova iniziativa sono scese in campo la consulta dello sport e la biblioteca civica. "Una nuova occasione per incontrare gli eroi dello sport sia di persona che attraverso la penna di giornalisti, scrittori e sportivi. Abbiamo pensato a incontri con autrici e autori che dialogheranno di volta in volta con alcuni rappresentanti dei gruppi agonistici della nostra città o con esperti ed esponenti di una certa disciplina", sottolineano gli organizzatori. Gli appuntamenti, anche in questo caso, si terranno nella cornice di Villa Mylius. Venerdì 12 aprile alle 21 Michele Padovano presenta il libro “Tra la Champions e la libertà“, mentre lunedì 3 giugno alle 21 sarà la volta di Paolo Viberti con il suo ultimo lavoro dal titolo “I dannati del pedale. Da Coppi a Pantani i ciclisti più inquieti, romantici e faustiani“.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro