Corso per assaggiatori: "Gorgonzola, patrimonio della nostra tradizione. Siamo nel posto giusto"

Via alle lezioni a cura di Slowfood e dell’Associazione di categoria

Corso per assaggiatori: "Gorgonzola, patrimonio della nostra tradizione. Siamo nel posto giusto"
Corso per assaggiatori: "Gorgonzola, patrimonio della nostra tradizione. Siamo nel posto giusto"

"La nostra città epicentro della cultura casearia e mamma di una sagra da migliaia di visitatori ogni anno, siamo nel posto giusto", a Gorgonzola da febbraio un corso per diventare assaggiatore di formaggio. Lo promuovono il Comune con la sindaca Ilaria Scaccabarozzi, la condotta Slowfood Martesana e l’Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggi (Onaf), già partners, ogni anno, in occasione della gettonatissima Sagra del Gorgonzola, nella rassegna casearia Infiniti Blu.

Un corso per appassionati, per cultori del gusto e anche per chi, e sono sempre di più, sogna di agganciare una carriera all’aurifero settore enogastronomico. È ormai di vecchia data la partnership fra Slowfood e Onaf, l’associazione cuneese che ha dato alla filiera casearia un tocco di professionalità in più, promuovendo percorsi di analisi sensoriale e formazione su metodi e tecniche produttive. Proprio dall’esperienza gorgonzolese di Infiniti Blu "è nata l’idea - così le associazioni e il Comune in una nota - di proporre agli appassionati e a chi magari già lavora nel settore caseario una formazione specifica, che permetta di acquisire un titolo. Titolo peraltro sempre più richiesto agli addetti al servizio nei ristoranti, ai cuochi e ai sommelier e a chi opera in rivendite, caseifici o stabilimenti del settore".

Il corso, suddiviso in due livelli, avrà parte teoriche e pratiche: si partirà dalla conoscenza del latte per approdare alle tecniche produttive (pastorizzazione e termizzazione, lavorazione in caldaia, taglio della cagliata, salatura, maturazione, stagionatura e affinatura), alla metodica di assaggio; vi saranno poi approfondimenti sui formaggi a pasta molle, semidura, dura e filata. Per gli studenti una palestra dei cinque sensi: si cimenteranno in osservazione di crosta, pasta e colore del prodotto, affineranno l’olfatto per cogliere intensità e aromi, e poi procederanno all’assaggio, per valutare sapore, profumo, consistenza e abbinamenti ideali. Le lezioni di primo livello, dal 20 febbraio al 23 aprile daranno nozioni di base. I corsisti di secondo secondo livello (lezioni dal 10 febbraio al 23 marzo, tutte le info sono al sito del Comune) acquisiranno titoli per diventare giurato in competizioni internazionali.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro