Ambulanza, carabinieri e vigili del fuoco
Ambulanza, carabinieri e vigili del fuoco

Corsico (Milano), 17 gennaio 2021 - Le condizioni sono sembrate subito molto gravi, tanto che la centrale operativa del 118 ha inviato sul posto in codice rosso due ambulanze e due automediche per soccorrere i feriti, marito e moglie. La coppia stava rientrando a casa, sabato sera intorno alle 22, e percorreva via Piave quando, all’incrocio con via Vittorio Veneto, ha impattato contro un’altra auto. Una mancata precedenza all’origine del violentissimo scontro: la macchina che ha schiacciato quella della coppia avrebbe dovuto fermarsi allo stop.

Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno dovuto aprire la vettura per tirare fuori dalle lamiere i due coniugi. Sono stati portati in codice rosso al pronto soccorso ma per l’uomo, 60 anni, non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate: è morto poco dopo. Gravissima la donna, 59 anni, che si trova ancora in ospedale. Saranno i carabinieri di Corsico a ricostruire l'esatta dinamica dello scontro.

A dare la notizia del terribile incidente è stato il figlio in uno sfogo sui social, dove ha rivolto anche un appello per “trovare i colpevoli. Senza rispettare le segnaletiche, il guidatore ha preso in pieno l’auto dei miei genitori – ha scritto il figlio –, ha ucciso mio papà e mia mamma è ancora in gravi condizioni. La cosa più disumana è che è il responsabile è scappato via, abbandonanto la sua auto e senza chiamare i soccorsi. Mi hanno rovinato la vita. I miei genitori erano andati a trovare il nipote per il compleanno, una visita breve, e ora mio padre non c’è più. Me lo hanno ammazzato”.