Corsa alle Olimpiadi 2026. Tre mesi d’anticipo sui lavori: "Il villaggio di Porta Romana è già completo al 90%"

Il sopralluogo del ministro Andrea Abodi con il sindaco Sala e il governatore Fontana. E intanto Cortina torna a scommettere sulla sua pista da bob: pubblicato il bando di gara.

Corsa alle Olimpiadi 2026. Tre mesi d’anticipo sui lavori:: "Il villaggio di Porta Romana è già completo al 90%"
Corsa alle Olimpiadi 2026. Tre mesi d’anticipo sui lavori:: "Il villaggio di Porta Romana è già completo al 90%"

I cantieri per le Olimpiadi Milano-Cortina finiranno tre mesi prima: lo comunicano insieme Comune e Regione. L’occasione è la visita del ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi ai cantieri di Milano-Cortina, accompagnato dal sindaco Giuseppe Sala e dal governatore lombardo Attilio Fontana. Con loro l’assessora allo Sport Martina Riva e l’assessore regionale con delega alla Montagna Massimo Sertori. Le opere programmate a Porta Romana "hanno raggiunto il 90 per cento", annunciano da palazzo Marino e Palazzo Lombardia, ricordando che "proseguono senza sosta i lavori per la realizzazione degli impianti sportivi e delle strutture che ospiteranno i giochi olimpici invernali.

In particolare, nel quartiere Santa Giulia il sindaco Sala e il presidente Fontana hanno "constatato l’avvenuta esecuzione delle opere di fondamenta, esprimendo apprezzamento". I lavori "si prevede si concludano nei tempi prestabiliti" e "nella prossima primavera sarà visibile il corpo della struttura destinata a ospitare il palazzetto". Anche durante la visita ai cantieri di Rho-Fiera, dove due capannoni ospiteranno le gare di pattinaggio veloce, "la situazione è stata definita confortante". A coronamento del sopralluogo ministro, sindaco e governatore hanno ribadito che "l’alto livello di collaborazione tra le istituzioni e con il determinante contributo dei privati sia la soluzione più efficace e strategica per arrivare al grande traguardo delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026". L’opera, infatti, è frutto di una partnership pubblico-privato, attraverso la collaborazione tra Governo, Regione, Comune e Coima nello sviluppo infrastrutturale del Villaggio Olimpico, a supporto dell’evento internazionale. "L’opera - fanno sapere da Coima - mantiene l’anticipo rispetto al cronoprogramma, con il completamento delle strutture di tutti e sei gli edifici previsto entro gennaio 2024. La gestione diretta degli appalti di Coima insieme all’Ati incaricata ha consentito di ridurre gli extra costi di oltre il 15%, con la conferma istituzionale dell’identificazione delle fonti di copertura che saranno sviluppate nel mese di gennaio".

Intanto continua il balletto sulla pista da bob, skeleton e slittino:

Ieri Simico (la Società Infrastrutture Milano Cortina) ha pubblicato il nuovo bando per la gara d’appalto del lotto 2 dello Cortina Sleding Center. Un intervento da 81,6 milioni di investimento per un impianto leggermente ridimensionato rispetto a quello sottoposto a gara - per due volte - l’estate scorsa, senza esito. Il bando si concluderà il 18 gennaio 2024, il giorno successivo si riunirà la Fondazione Milano Cortina. Il progetto, condiviso tra Simico, la Società Infrastrutture Milano Cortina, ed i tecnici del Mit, prevede 625 giorni per la costruzione della struttura, che dovrà essere pronta per l’omologazione nel mese di novembre 2025.

Re.Mi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro