Comitato “Tiglio non ti taglio“: piazza bella così

Ambientalisti e associazioni si oppongono all'abbattimento di 13 alberi a Melegnano: il comitato "Tiglio non ti taglio" ha organizzato una petizione per chiedere al Comune un'assemblea pubblica. Vantaggi ambientali e per la salute dei cittadini.

Comitato “Tiglio non ti taglio“: piazza bella così

Comitato “Tiglio non ti taglio“: piazza bella così

I 13 alberi che si affacciano su piazza delle Associazioni sono destinati all’abbattimento? Ambientalisti e associazioni non ci stanno e, riuniti nel comitato “Tiglio non ti taglio“, hanno organizzato una petizione per chiedere al Comune un’assemblea pubblica sul tema. Le 50 firme necessarie a reclamare l’incontro sono già state ampiamente raccolte. "Vogliamo discutere del programma di restyling della piazza, che in base all’intendimento del Comune e dei progettisti, prevede il taglio delle piante oggi presenti, undici tigli e due abeti rossi. Un’ipotesi che ci vede assolutamente contrari. Crediamo sia necessario vagliare delle alternative", affermano i promotori della mobilitazione.

Pur non essendo malati, gli alberi non sono ritenuti in linea con l’estetica e la funzionalità della futura piazza. Da qui la decisione di eliminarli, sostituendoli con 37 nuove essenze. "Riteniamo che la riqualificazione della piazza – incalza il comitato – possa e debba essere compatibile col mantenimento delle alberature esistenti. I benefici della presenza degli alberi, in questo caso esemplari pluridecennali, di grandi dimensioni e dalle chiome rigogliose, sono molteplici e riguardano il miglioramento del clima, l’attenuazione dei rumori, la protezione idrogeologica e il miglioramento del paesaggio". Tra i vantaggi legati alle piante anche "la tutela della biodiversità locale e i benefici per la salute dei cittadini". A Melegnano il tema resta di stretta attualità; fra i contrari al taglio dei tigli ci sono anche alcuni consiglieri comunali.

Non è la prima volta che, nei comuni del Sud-Est Milanese, ambientalisti e comitati scendono in campo per cercare di salvare alberi ritenuti preziosi per il micro-sistema locale.

Alessandra Zanardi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro