Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
29 mar 2022

Cesate, uomo trovato svenuto nel bosco ferito a colpi di machete

Aveva una profonda lesione alla testa. Operato, è fuori pericolo Non aveva con sé documenti, non si sa chi abbia chiamato i soccorsi

29 mar 2022
roberta rampini
Cronaca
All’origine del ferimento potrebbe esserci un regolamento di conti tra spacciatori
All’origine del ferimento potrebbe esserci un regolamento di conti tra spacciatori
All’origine del ferimento potrebbe esserci un regolamento di conti tra spacciatori
All’origine del ferimento potrebbe esserci un regolamento di conti tra spacciatori

Cesate (Milano) - ​Era riverso a terra privo di sensi e con una profonda ferita in testa inferta da un machete. Un uomo è stato trovato la scorsa notte in corso Europa, la strada che attraversa i boschi del Parco delle Groane, tra Cesate e Limbiate. La segnalazione è arrivata alla centrale operativa del 118 intorno alle tre di notte. Non è chiaro se a fare la telefonata sia stato un automobilista di passaggio o qualcuno coinvolto nell’aggressione. In pochi minuti sul posto è arrivata un’ambulanza della Croce viola di Cesate e l’automedica di Garbagnate Milanese. I soccorritori hanno trovato l’uomo in una pozza di sangue, con una grave ferita alla testa e altre ferite meno gravi sul corpo, probabilmente dovute al tentativo di difendersi. Il ferito, che non aveva documenti, è stato immediatamente soccorso e trasferito in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza. Nella notte è stato sottoposto a un’operazione chirurgica alla testa. Ora è ricoverato in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Rho che hanno trovato il machete usato per l’aggressione in mezzo alla vegetazione. L’arma è stata sequestrata e sono in corso accertamenti per verificare la presenza di impronte digitali. Gli inquirenti stanno cercando di risalire all’identità dell’uomo – dal colore della pelle potrebbe essere un maghrebino – tramite le impronte. Non escludono infatti che possa essere censito per qualche precedente penale, considerato che la zona è frequentata da molti spacciatori e acquirenti di sostanze stupefacenti. Nelle prossime ore, quando le condizioni di salute dell’uomo lo consentiranno, verrà ascoltato dai carabinieri per ricostruire quando accaduto. Gli elementi farebbero pensare a una sorta di regolamento di conti legati allo spaccio della droga. Il luogo in cui è stato trovato è poco distante anche da uno dei tanti presidi allestiti dai pusher con coperte di fortuna e materassi all’interno del polmone verde. Il Parco delle Groane è una delle 38 aree boschive lombarde, individuate da una ricerca osservatorio sulla criminalità organizzata dell’Università degli studi di Milano e Polis Lombardia, in mano allo spaccio nonostante blitz delle forze dell’ordine. L’uomo ferito trovato la scorsa notte potrebbe aver “disturbato” qualcuno più potente di lui o non aver onorato un debito con gli spacciatori ed essere stato punito per questo.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?