Quotidiano Nazionale logo
15 feb 2022

Cassina, area ex Nokia pronta a trasformarsi: lavori anche per la Finanza e il municipio

Sul tavolo dell’amministrazione comunale la firma della convenzione con l’operatore. I cantieri sono ormai al via

monica autunno
Cronaca
La Guardia di finanza sarà collocata nel locale delle ex scuole di via XXV Aprile a Sant’Agata
Guardia di Finanza

Cassina de' Pecchi (Milano) - Piano integrato ex Nokia, tutto pronto per l’ultimo step: venerdì la firma della convenzione fra Comune e operatori. Via libera al programma integrato di intervento in variante al progetto originario che prevede la costruzione di 6 palazzine laddove era inizialmente previsto l’ultimo lotto di logistica, ma anche la destinazione di 6 milioni di euro di oneri alla riqualificazione dell’area del municipio in centro e alla realizzazione della Tenenza della Guardia di finanza nella frazione di Sant’Agata. E sarà proprio la sede delle Fiamme Gialle il primo progetto a decollare: "Intervento urgente e prioritario, e progetto che ha già ottenuto tutti i placet del caso - così la sindaca Elisa Balconi -: l’obiettivo è concludere i lavori entro un anno".

La Guardia di finanza, ricordiamolo, sarà collocata nel locale delle ex scuole di via XXV Aprile. Per la realizzazione della struttura il passo immediatamente successivo alla firma della convenzione tra gli enti interessati sarà la gara: a rilevanza europea, data l’importanza della partita e il valore economico del progetto. Il programma integrato che ha rappresentato l’ultima puntata del lungo cammino che ha portato alla trasformazione completa del sito dismesso sulla Padana Superiore arriva dunque alla fase di concretizzazione. L’adozione da parte della giunta di Elisa Balconi risale alla fine del luglio dell’anno scorso. In ottobre, invece, erano state esaminate e poi liquidate con voto in aula consiliare le oltre 60 osservazioni presentate. Molte di queste erano state presentate dai gruppi di opposizione in consiglio comunale e, fuori aula, dal comitato cittadino Bene comune. Un filo conduttore: la contrarietà alla destinazione di una somma ingente, 6 milioni, a due soli sole maxi opere. La maggioranza aveva rigettato proposte di destinazione alternativa o di spacchettamento. Entrambi i progetti finanziati proseguono il loro iter. "Ma a dare impulso al tutto - così la sindaca - mancava l’ultimo atto formale, appunto la firma della convenzione".

Firma a più mani. Gli operatori gestiranno interventi e appalti. Per il comune, spiega Elisa Balconi, il ruolo di stazione di controllo. L’idea di trasferire a Cassina de’ Pecchi la tenenza della Guardia di Finanza, che oggi, ricordiamolo, si trova nella storica sede di Gorgonzola, all’incrocio tra via Milano e via Buonarroti, era stata anche dell’ex amministrazione di sinistra capitanata da Massimo Mandelli. L’ipotesi della prima ora, già inserita nel precedente piano di intervento Nokia, era quella di allocare le Fiamme Gialle in zona centrale. L’amministrazione comunale di centrodestra ha deciso diversamente. Rilevante e particolarmente imponente dal punto di vista economico sarà la riqualificazione dell’area del municipio: prevede l’abbattimento dei vecchi stabili sulla Padana, l’ampliamento del municipio attuale, e la realizzazione di nuovi spazi e una piazza coperta ad uso pubblico.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?