MONICA AUTUNNO
Cronaca

Casa Busca, tante offerte. Dopo l’attesa di tre anni vince un’impresa di Roma

Gorgonzola, in 24 hanno partecipato al bando di gara indetto dal Comune per i lavori di primo lotto di risanamento conservativo dell’antica dimora .

Casa Busca, tante offerte. Dopo l’attesa di tre anni vince un’impresa di Roma

Casa Busca, tante offerte. Dopo l’attesa di tre anni vince un’impresa di Roma

Restauro di Casa Busca, arrembaggio al bando, la spunta un’impresa romana. Ben 24 imprese, da tutte le regioni italiane, hanno partecipato nelle scorse settimane alla gara indetta dal Comune per i lavori di primo lotto di risanamento conservativo dell’antica dimora. Alla fase preliminare dell’avviso esplorativo avevano partecipato ben in 55. L’altro giorno, con determina comunale, e a meno di dieci giorni dalla scadenza dei termini e dall’apertura delle buste l’aggiudicazione dei lavori all’Impresa Giorgio Lanzetta spa di Roma, leader dagli anni Cinquanta nel settore dell’edilizia civile e con un ventaglio lusinghiero di committenti pubblici e privati. Il criterio per l’aggiudicazione quello del minor prezzo. L’azienda laziale si è accaparrata la stipula per un importo complessivo di circa un milione e 175mila euro. Ora si procede, a marce forzate. Il prossimo step sarà la stipula del contratto, quello successivo la consegna del cantiere, per lavori che dureranno, all’incirca, un anno. Il traguardo, ormai noto: "Ridare bellezza architettonica all’antica dimora dei Serbelloni, in vista di un impiego condiviso, frutto anche del percorso partecipativo con la cittadinanza". Negli stessi mesi in cui è stata perfezionata la gara, come si sa, sono infatti partiti tavoli partecipativi (uno alla presenza di architetti e designer grazie a un accordo con il Politecnico di Milano) per perfezionare il progetto di fruizione dei locali rinnovati. Sicuramente ospiteranno parte della Biblioteca Franco Galato, che già occupa un’altra ala della dimora e necessita di nuovi spazi, sedi culturali e, da prima stesura progettuale, un bar bistrot aperto alla cittadinanza. Il restauro di Casa Busca era stato inserito come progetto speciale nel programma di mandato della giunta Scaccabarozzi. Pochi mesi fa, dopo un lungo interfaccia con la Sovrintendenza ai beni ambientali e architettonici e un’ultima revisione del planning, era stato approvato il progetto esecutivo. Il restauro complessivo costerà, lotti futuri inclusi, circa un milione e settecentomila euro.

I lavori oggi al via interesseranno la parte di edificio a sud e ad est della Corte del Pino, in passato, rispettivamente, la casa del custode e la scuola Olivetti. Nell’ultima stesura di progetto erano stati inseriti anche il risanamento della Torretta, simbolo di questa zona del vecchio nucleo gorgonzolese, e la riqualificazione del giardino esterno, entrambi finanziati con un avanzo di cassa. Il team di progettisti incaricato aveva inoltre provveduto a una revisione della suddivisione degli spazi, "da adattare ai bisogni contemporanei". Nel corso dei cantieri si procederà ad alcune demolizioni interne per ampliare gli ambienti e a realizzare un collegamento con l’attuale edificio della biblioteca.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro