Milano? È la città più pet-friendly (ma può migliorare). Le richieste dei milanesi

L’indagine dell'Osservatorio Quattrozampeinfiera e i desideri dei cittadini, dalle aree di sgambamento all’accesso ai ristoranti

Un cane

Un cane

Milano – Milano regina delle città pet friendly? È quanto emerge dall’indagine svolta dall'Osservatorio Quattrozampeinfiera sulle abitudini dei possessori di animali da compagnia. Il 79% dei 9 mila intervistati, che ha visitato la manifestazione milanese, reputa che il capoluogo lombardo sia “l’ambiente ideale” per gli animali domestici contro il 75% registrato a Roma e il 52% a Napoli.

Il 78% degli intervistati ha accesso ad aree sgambamento per cani vicino alla propria abitazione ma gli stessi evidenziano la necessità di meglio illuminare, attrezzare e suddividere per taglia tali spazi. È stato suggerito anche di poter inserire saltuariamente degli educatori che diano consigli sulla gestione dei cani nei momenti di libertà.

L'indagine ha indagato anche le restrizioni nei locali pubblici, oltre il 51% ha segnalato forti limitazioni alla presenza di cani in tali spazi. La presenza di asili per cani è stata confermata solo dal 41% degli intervistati, suggerendo margini di miglioramento sull’implementazione di servizi dedicati alle emergenze e alle cure a breve termine.

L'analisi condotta sui ristoranti ha rivelato che solo il 45% degli intervistati li considera agibili, la richiesta ai ristoratori è quella di aprire le porte a tutti quattro zampe. Per quanto riguarda l’igiene per gli animali, il 77% ha confermato di riuscire a reperire negozi di toelettatura nelle vicinanze della propria abitazione, indicando quindi una crescente offerta di servizi per la cura dei pet.

Analogamente, il 91% dichiara di avere comodamente accesso ai servizi veterinari nelle proprie vicinanze, vengono richieste altresì sovvenzioni per le cure veterinarie in base al reddito in modo da rendere più accurata possibile l’assistenza agli animali.

La mobilità urbana risulta agevole per oltre l'86% degli intervistati che conferma di utilizzare i mezzi pubblici con il proprio cane da compagnia. L'accesso ai supermercati è risultato molto limitato, solo il 18% ha confermato questa possibilità. La richiesta, quindi, è quella di consentire l’accesso a tutti senza limitazioni di taglia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro