Vittorio Brumotti
Vittorio Brumotti

Milano, 24 maggio 2020 - "Mi sono spaventato parecchio. L'aggressione è stata molto violenta e per qualche minuto ho perso conoscenza. Ma per fortuna adesso sto bene. Sono stato aggredito da un gruppo di spacciatori. Mi hanno colpito al volto in modo violento".

Vittorio Brumotti, inviato di 'Striscia la notizia', racconta così l'aggressione subita ieri sera a Mlano. Il tutto si è svolto in una delle zone più frequentate del capoluogo lombardo, Porta Venezia, dove l'inviato stava documentando lo spaccio in città in sella alla sua bicicletta. "Le forze dell'ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all'ospedale Niguarda - racconta l'inviato - voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno".

Brumotti incassa intantro la solidarietà del consigliere comunale di Fratelli d'Italia Andrea Mascaretti, che ha proposto il nome dell'inviato della nota trasmissione televisiva per l'Ambrogino d'Oro. "Vittorio Brumotti, cittadino milanese - è il testo della motivazione -, già noto al grande pubblico per aver compiuto incredibili imprese sportive per le quali è entrato dieci volte nel Guinness dei Primati, da quando è diventato inviato di Striscia la Notizia, ha partecipato attivamente alla lotta contro la criminalità denunciando attraverso i suoi servizi televisivi situazioni di degrado e di spaccio nelle principali città italiane. Grande è stato suo impegno per rendere più sicura la città di Milano, denunciando con i suoi servizi la presenza di numerose zone controllate dagli spacciatori, dove il controllo del territorio da parte di bande criminali è tale da avvenire durante il giorno sotto gli occhi di cittadini e turisti e ricevendo per questo motivo minacce e aggressioni".