Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 feb 2022

Bombardamenti veri e virtuali: bimbi da salvare

27 feb 2022
maria rita
Cronaca

Maria Rita Parsi Vengono chiamate “vittime virtuali della guerra”: sono i bambini e gli adolescenti, travolti da notizie e informazioni da parte dell’universo della comunicazione che rovescia nelle case, ad ogni ora e da ogni rete, materiale che si trasforma in un’arma pericolosa. Bambini e adolescenti hanno bisogno di un filtraggio, di punti di appoggio per leggere quanto sta accadendo. Sempre più spesso, però, proprio genitori ed educatori non sanno ritagliarsi questo ruolo di filtro, ma anzi finiscono con il rovesciare all’esterno, utilizzando gli scenari di guerra, paure e angosce. Non sarebbe corretto criminalizzare solo i mezzi di comunicazione di massa che, invece, assai spesso, fanno un’operazione di filtraggio e un taglio professionale alle immagini e alle notizie più atroci. Anche se resta il problema di un eccessivo “informativo” affollamento che andrebbe disciplinato. Da parte mia e in nome della “Fondazione Movimento Bambino” vorrei ricordare ai responsabili della comunicazione proprio questo aspetto, chiedendo di garantire un controllo maggiore, soprattutto ora, dopo una pandemia, con angoscia di morte connessa, che ha sconvolto il mondo al pari di ogni guerra. Accanto alla guerra che si combatte sul campo di battaglia ora a Kiev, esiste, infatti, anche una guerra “virtuale”: quella delle immagini di morte, di distruzione, di sterminio. In questo preciso punto della catena dovrebbero porsi gli adulti, i genitori e gli insegnanti, pronti a rispondere alle domande, a fronteggiare le angosce. Invece troppo spesso i genitori apprendono le notizie e assistono alla tragedia della guerra insieme ai figli. Già in questi giorni ho avuto in cura una bambina vittima di una crisi di nervi causata dalle ansie della madre. È necessario lasciare ai ragazzi lo spazio per esprimersi, per far conoscere le proprie opinioni e preoccupazioni. E invitarli a dire la loro, a disegnare, a fare poesie per pensare a come la guerra ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?