Bollate, giro di vite sui mezzi pesanti e sugli autobus delle gite scolastiche: una denuncia

L’uomo trasportava parti di veicoli, cofani e altri rifiuti non pericolosi senza essere iscritto all'Albo dei gestori ambientali

Controlli polizia locale  a Rho

Controlli polizia locale a Rho

Bollate (Milano) - Trasportava parti di veicoli, cofani e altri rifiuti non pericolosi senza essere iscritto all'Albo dei gestori ambientali. Il conducente di un autocarro, italiano, nomade con diversi precedenti, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Milano da parte della polizia locale di Bollate, con sequestro dell'autocarro e del materiale. L'uomo è stato fermato nell'ambito di una campagna di controllo dei conducenti dei mezzi pesanti e degli autobus destinati a portare in gita le scolaresche delle scuole cittadine.

In questo caso sono state sono state accertate due violazioni: nel primo caso il conducente dell'autobus aveva effettuato un riposo giornaliero ridotto rispetto a quello prescritto; nel secondo caso il conducente non aveva inserito la carta tachigrafica nel tachigrafo, procedura obbligatoria che serve a registrare le ore di viaggio, di riposo, la velocità e altri dati importanti. A quest'ultimo conducente di nazionalità albanese, è stata ritirata la patente di guida, ma potrebbe rischiare anche sospensione.

"Da questi primi risultati sui controlli effettuati nell’ambito di questo nuovo servizio - dichiara l'assessore alla sicurezza Giuseppe De Ruvo – se ne comprende l'importanza soprattutto ai fini di garantire la massima sicurezza dei ragazzi delle scuole bollatesi che vanno in gita".  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro