La squadra mobile
La squadra mobile

Milano, 23 dicembre 2019 -   È stata ritrovata in Danimarca e sta bene la bambina rapita il 20 dicembre scorso a Milano dal padre, il siriano Maher Balle, che già l'aveva sottratta alla madre tre anni fa e l'aveva portata in Siria. La ragazzina è stata rintracciata dagli uomini della squadra mobile di Milano e da quelli dello Scip della Polizia e attualmente si trova in una struttura della polizia danese. Gli investigatori hanno rintracciato padre e figlia grazie alla geolocalizzazione del cellulare con il quale ieri sera la ragazzina ha telefonato alla madre. È stata la stessa bimba di 11 anni a mandare, attorno alle 2 della scorsa notte, via cellulare la sua posizione con Google maps alla madre, subito dopo averla chiamata. Lo ha spiegato l'avvocato della donna, Angelo Musicco, riportando quanto le ha raccontato la sua cliente. In contemporanea, da quanto è stato riferito, Procura e  polizia hanno geolocalizzato la ragazzina ad Aarhus, seconda città danese.

Il pm di Milano Cristian Barilli ha aperto un'inchiesta per sottrazione internazionale di minori. Da quanto è stato riferito, il pm ha poi passato il fascicolo al Dipartimento fasce deboli oordinato dal procuratore aggiunto Letizia Mannella. La piccola dovrebbe rientrare nelle prossime ore in Italia.

"Sono orgogliosa per il lavoro e la professionalità della squadra Mobile di Milano e dello Scip della Criminalpol che oggi hanno rintracciato in Danimarca la bambina rapita alcuni giorni fa dal padre davanti a una scuola milanese". Lo ha detto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ringraziando la Polizia "che ha fatto il regalo di Natale più bello a una mamma distrutta dal dolore e dall'angoscia per tre lunghissimi giorni.