Biglietti online vietati a chi è in carrozzina, l’Uci Cinemas si scusa: “Cambieremo il sistema”

La segnalazione: “Mio figlio costretto ad andare di persona in biglietteria perché è in sedia a rotelle”. Ieri la nota: “Il nostro circuito ha preso molto sul serio l’accaduto ed è impegnato a valutare le soluzioni”

Daniela Meroni con il figlio Francesco, 17 anni, e suo marito

Daniela Meroni con il figlio Francesco, 17 anni, e suo marito

“Il circuito Uci ha preso molto sul serio la segnalazione ed è attualmente impegnato a valutare soluzioni che possano adattarsi al meglio alle necessità di tutti i suoi utenti". Questo è quanto è stato comunicato dall’Uci Cinemas a Il Giorno nella prima serata di ieri. Sempre ieri, ma in mattinata, il Servizio clienti dello stesso circuito di sale cinematografiche ha contattato Daniela Meroni scusandosi per l’accaduto, garantendo a lei e a suo figlio Francesco, 17enne con una grave disabilità, i posti per lo spettacolo del 20 gennaio, oltre ad altri omaggi.

Quel che più conta, però, è proprio la volontà di cambiare il sistema di prenotazione online dei biglietti in modo da non penalizzare le persone con disabilità costrette in sedia a rotelle, come Francesco. "Questo era ed è l’obiettivo della mia segnalazione – spiega Daniela –, non altri. L’auspicio è che si trovi e si adotti una soluzione strutturale, valida per tutti". Meglio tornare all’antefatto, allora. Alla segnalazione di Daniela riportata ieri su queste pagine.

Nei giorni scorsi Daniela ha cercato di prenotare per sé e per Francesco i biglietti per la proiezione del 20 gennaio di “Queen Rock Montreal“ il film dello storico concerto tenuto nel 1981 dal celebre gruppo rock britannico. Un film che sarà proiettato solo in tre sale del circuito Uci in tutta Italia: l’Uci Porta di Roma, l’Uci Campi Bisenzio, a Firenze, e l’Uci di Orio Al Serio (Bergamo). Ed è proprio in quest’ultima sala che Daniela e Francesco vogliono vedere il film.

Daniela, però, ha dovuto constatare che sul sito internet dell’Uci Cinemas non c’è la possibilità di scegliere i biglietti per le persone con disabilità costrette in sedia a rotelle, biglietti che, sebbene gratuiti, vanno comunque prenotati. Sullo stesso sito si possono, però, acquistare i biglietti per gli accompagnatori: un controsenso.

Decisa a vederci chiaro, Daniela ha scritto una mail al servizio clienti dell’Uci Cinemas di Orio Al Serio che le ha dato conferma di quanto da lei riscontrato: "Il biglietto gratuito è acquistabile solo ed esclusivamente al cinema con l’ausilio dello staff, in presenza fisica del disabile con documentazione (quella che accerti la condizione di disabilità ndr)" si legge nella mail di risposta.

Tradotto: i disabili non deambulanti, quelli in sedia a rotelle, non possono fare il biglietto on line, anzi hanno l’obbligo di presentarsi di persona in biglietteria, meglio se con un buon anticipo rispetto alla data scelta per assistere allo spettacolo perché ad andare il giorno stesso si rischia di trovare i posti occupati: quelli a loro riservati sono pochi in ogni sala. Tutti gli altri, invece, possono acquistare il biglietto senza muoversi da casa, in un paio di click. Pare il mondo alla rovescia, invece è quello che è accaduto a Daniela e a suo figlio Francesco.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro