Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 giu 2022

Aziende, ristoranti, bar: è emergenza personale

Allarme in provincia, gli esercenti non riescono a trovare giovani da assumere. Anche le aziende agricole sono in ginocchio: "Costretti a ridurre la semina"

12 giu 2022
stefano dati
Cronaca
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano
Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl nello stabilimento di Cassano

di Stefano Dati

Aziende, ristoranti e bar uniti in un solo annuncio disperato: "Cercasi personale". Il lavoro, a quanto pare, non mancherebbe, gli stipendi offerti sono quelli in linea con i contratti in vigore a secondo delle categorie lavorative, tuttavia è sempre più difficile trovare personale disposto ad assunzioni anche indeterminate. Un allarme generale anche in provincia che giunge da tutto il mondo del lavoro: "Sono parecchi mesi che siamo alla ricerca di tornitori ma purtroppo, nonostante l’offerta di contratti da 25-30mila euro annui e tutto quanto previsto dal contratto di lavoro, è davvero complicato e difficile trovare personale da assumere".

È quanto aveva dichiarato Alessandro Benzi, vice presidente della Benzi srl, all’assessore regionale allo Sviluppo Economico Guido Guidesi, in visita allo stabilimento di Cassano d’Adda, che aggiunge poi: "Ciò che manca nei giovani è la cultura al lavoro, un qualcosa che non è nei programmi scolastici professionali". Non va meglio nelle aziende agricole: "La nostra è un’attività che si programma in funzione al mercato ma in questi ultimi decenni anche in funzione alla forza lavoro - fa sapere Davide Baioni, titolare dell’azienda agricola che porta il suo nome - una forza lavoro che è sempre di meno, e quindi obbliga a ridurre la semina con ovvie conseguenze nella produzione". Negli ambienti dei pubblici esercizi, ristoranti e bar, la questione sulla difficoltà per la ricerca del personale è nota da anni, all’appello mancano figure professionali come personale di sala, aiuto cuochi e barman. "Il problema è più che serio per chi investe in attività commerciali - spiega Giorgio Zigliani, titolare dell’Emblema Café e gestore dell’Emblema beach in riva all’Adda - . I giovani oggi vogliono decidere loro quando lavorare, con la pretesa di essere liberi nei weekend e giorni festivi". Sulla questione si registra anche la posizione del presidente dell’Associazione Territoriale Confcommercio dell’Adda Milanese Giuseppe Legnani: "Sono molte le realtà che non riescono a reperire personale. Le ragioni sono molteplici, come per esempio gli orari particolari ma anche perché non si percepisce un salario ritenuto idoneo per gli interessati".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?