Auditorium di nuovo vandalizzato. L’appello: aiutateci a proteggerlo

Attacco vandalico ripetuto all'auditorium di Gaggiano: danni alle scenografie e al palco. La compagnia teatrale FavolaFolle chiede aiuto alla comunità per proteggere il luogo amato. Indagini in corso.

Auditorium di nuovo vandalizzato. L’appello: aiutateci a proteggerlo

Auditorium di nuovo vandalizzato. L’appello: aiutateci a proteggerlo

"Rieccoci per la seconda volta in tre giorni", allargano le braccia gli attori della compagnia FavolaFolle, commentando il secondo atto vandalico che ha danneggiato l’auditorium di via Dante. Il primo era avvenuto nella notte tra sabato e domenica: i vandali avevano fatto irruzione in teatro svuotando gli estintori su poltrone, palco, camerini e uffici, distruggendo tavoli, sedie e scenografie. Il copione si è ripetuto mercoledì notte: gli incivili non hanno trovato gli estintori ma si sono accaniti devastando di nuovo le scenografie, preparate con mesi di lavoro della compagnia teatrale e dai partecipanti ai corsi e laboratori, il palcoscenico e la sala.

"Vogliamo proteggere questo posto che tutti amiamo e che consideriamo una casa – spiegano dalla compagnia teatrale – e facciamo appello a tutte le persone che hanno a cuore il paese e il teatro perché ci aiutino. Chiediamo di chiamare subito le forze dell’ordine nel momento in cui si notano movimenti strani nell’auditorium. Se qualcuno vede ma non chiama rende più difficile il lavoro di messa in sicurezza del luogo. Inoltre – proseguono dalla compagnia –, chiediamo ai privati che abitano intorno all’auditorium, tra via Liberazione, via Matteotti, via Gramsci e via Dante, di visionare il materiale di eventuali videocamere installate. Nel caso si vedesse qualcosa di significativo, invitiamo a consegnarlo ai carabinieri di Rosate che stanno curando le indagini insieme alla polizia locale". Gli attori ringraziano anche tutti i volontari che si sono rimboccati le maniche per rimettere a posto il teatro: "Tanto supporto e calore – concludono da FavolaFolle –. Abbiamo, tutti insieme, dato un segnale di compattezza di una comunità che vibra di energie positive". Francesca Grillo