Atm gestirà la metro di Salonicco, in Grecia: “L’obiettivo? Fare il 40% dei ricavi all’estero”

Sarà la prima linea sotterranea automatica della città. Il contratto ha una durata di 11 anni e vale circa 250 milioni di euro

L'amministratore delegato Atm Arrigo Giana stringe la mano al primo ministro greco Kyriakos Mītsotakīs

L'amministratore delegato Atm Arrigo Giana stringe la mano al primo ministro greco Kyriakos Mītsotakīs

L’Azienda trasporti milanese (Atm) vuole fare sempre più soldi all’estero. La società ha firmato in Grecia il contratto per la gestione della prima metropolitana automatica che entrerà in funzione a Salonicco entro il 2024. L’appalto ha una durata di 11 anni, per un valore economico di 250 milioni di euro.

Questo è solo l’ultimo passo dell’espansione di Atm all’estero. Negli ultimi due decenni ha acquisito una numero crescente di infrastrutture da gestire: dal 2008 a Copenaghen gestisce l’intera rete metropolitana driverless, nel 2011 a Riyad ha avviato la prima linea della città e dal 2013 a Milano con la metro a guida automatica M5 e successivamente con la M4, che collega l’aeroporto di Linate al centro città.

Nei prossimi anni, ha dichiarato la società meneghina, l’obiettivo è raggiungere tra il tra il 30% e 40% dei ricavi attraverso la gestione di progetti nel mondo, con marginalità che serviranno per investire ulteriormente anche e soprattutto nel trasporto pubblico a Milano. Oltre alla Danimarca e alla Grecia, Atm oggi guarda a tutti i mercati dove c’è la possibilità di partecipare a gare, con particolare interesse in Francia, in Medio Oriente e nell’area del Golfo Persico.

La gestione della metro di Salonicco

La firma del contratto con la città greca è avvenuto alla presenza del Primo Ministro Kyriakos Mitsotakis e del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti greco Christos Staikouras insieme ad altre alte cariche istituzionali del governo greco.

Il documento ufficiale che certifica l’affidamento della gestione della nuova linea metropolitana è stato formalizzato dall’Amministratore Delegato di Elliniko Metro S.A. Nikolaos Kouretas, il committente, e dall’Amministratore Delegato di Atm, Arrigo Giana, insieme a Renaud Béziade, CEO Consulting & Operations di Egis, gruppo francese partner nell’operazione. La società Thema, partecipata per il 51% da Atm e per il 49% da Egis, è il soggetto societario che si è aggiudicato lo scorso giugno la commessa.

“Questo importante contratto centra pienamente i piani di sviluppo internazionale di Atm per valorizzare la nostra esperienza e know-now nella gestione delle metropolitane automatiche e dei sistemi di mobilità”, ha dichiarato Arrigo Giana, Amministratore Delegato di Atm. “La nostra motivazione e il nostro commitment sono orientati nell’offrire il miglior servizio di trasporto pubblico ai city users della seconda città più importante della Grecia e per l’intero paese”.

Circa 20 chilometri di linee

La nuova linea è oggi la più moderna opera pubblica della Grecia e, con un’estensione di quasi 20 chilometri, diventerà il principale snodo per gli spostamenti interni alla città, strategica anche per il collegamento con il resto del Paese.

Caratterizzata dal colore rosso, la metropolitana attraverserà l’intera città sull’asse est ovest con 13 fermate, dal capolinea di Nea Elvetia a quello della stazione ferroviaria di Salonicco. È prevista un’ulteriore estensione con altre 5 stazioni per unire la fermata di 25 Martiou con la zona sud est delle città con capolinea nella stazione di Mirka.

Dotata di sofisticati sistemi di controllo e manutenzione, la metropolitana effettua un servizio quotidiano dalle 5,30 alle 0,30 (venerdì e sabato l’apertura della linea potrà essere prolungata fino alle 2) con 18 treni nella prima fase, che saranno aumentati fino a 33 per garantire il servizio con l’estensione di Kalamaria.