Area dello Scolmatore: orti abusivi e baracche. Scatta il repulisti del sito

Il Comune di San Donato continua la pulizia e la rigenerazione dell'area dello Scolmatore, rimuovendo orti abusivi e campionando rifiuti per ripristinare l'ecosistema locale.

Area dello Scolmatore: orti abusivi e baracche. Scatta il repulisti del sito

Area dello Scolmatore: orti abusivi e baracche. Scatta il repulisti del sito

Proseguono la pulizia e la rigenerazione ambientale dell’area dello Scolmatore, un terreno di 16mila metri quadrati, al confine con San Giuliano, dove in passato sono state realizzate decine di orti privati non autorizzati. Dopo lo smantellamento delle strutture abusive, il Comune di San Donato, proprietario del sito, provvederà ora al campionamento di rifiuti e materiali rimasti in giacenza, per poi procedere alla loro rimozione. "Stiamo lavorando al recupero dell’area a ridosso della sponda destra dello Scolmatore - entra nel dettaglio Carlo Barone, vicesindaco con delega all’Ambiente - il cui grave degrado può essere causa di pesanti ricadute sull’ecosistema locale in un contesto caratterizzato dalla presenza di due parchi cittadini e di uno spazio che di recente è stato destinato alla piantumazione di centinaia di essenze.

È nostra intenzione restituire all’area la sua dimensione verde, ripristinandone lo stato precedente agli insediamenti abusivi. Un obiettivo che, tuttavia, richiede tempi lunghi e l’impiego d’ingenti risorse". Il repulisti del sito, con lo smantellamento di orti e baracche che vi erano sorti senza alcun permesso, è iniziato nel 2022. A.Z.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro