Aprono quattro centri vaccinali. Virus all’attacco, serve proteggersi

Covid, influenza, pneumococco e fuoco di Sant’Antonio, l’Asst Melegnano Martesana corre ai ripari .

Aprono quattro centri vaccinali. Virus all’attacco, serve proteggersi

Aprono quattro centri vaccinali. Virus all’attacco, serve proteggersi

Apertura straordinaria, nel fine settimana, per quattro sedi territoriali dell’Asst Melegnano e Martesana, che domani e domenica offriranno agli interessati la possibilità di sottoporsi a una serie di vaccinazioni, dall’anti-influenzale al Covid e non solo. Nella giornata di domani, dalle 9 alle 12, saranno aperte le sedi di Vimodrone (via Cesare Battisti 23) e Vaprio d’Adda (via don Moletta), mentre domenica, negli stessi orari, sarà possibile fare riferimento alle strutture di Rozzano (via Magnolie 1) e Peschiera Borromeo (via Matteotti 25). In tutti questi centri, gli interessati potranno accedere gratuitamente ai vaccini anti Covid e antinfluenzale, all’anti-pneumococco (per i nati dal 1953 al 1959 e i soggetti fragili over 65) e all’anti Herpes Zoster (fuoco di Sant’Antonio). Potranno inoltre essere trattati con lo spray anti-influenzale i bambini con più di 2 anni. L’iniziativa, che funziona sia su prenotazione sia mediante accesso diretto, è resa possibile grazie alla collaborazione tra l’Asst Melegnano Martesana e Iniziativa Medica Lombarda, la cooperativa dei medici di famiglia presieduta da Anna Pozzi.

"Puntiamo a superare le 10 mila dosi entro metà febbraio", spiega Alessandra Nardi, direttore dei centri vaccinali dell’intera Asst, che si dice "molto soddisfatta" del raggiunto accordo coi medici di famiglia. "Un vero e proprio patto per la salute, che si spera possa in futuro diventare un modello virtuoso per altre realtà lombarde". Obiettivo della campagna vaccinale aperta anche nei weekend è quello di "promuovere una sempre maggiore capillarità dei punti vaccinali – evidenzia ancora Nardi - e raggiungere un numero sempre crescente di popolazione, in particolare quella fragile, spesso difficilmente intercettabile". In Lombardia la campagna vaccinale è partita il 1° ottobre, declinata nelle sedi di ciascuna azienda socio-sanitaria territoriale. "Rispetto al passato abbiamo riscontrato un maggior interesse a sottoporre i bambini allo spray anti-influenzale", osserva la responsabile dei centri vaccinali dell’Asst Melegnano Martesana. Proprio l’anti-influenzale è tra le misure alle quali non solo i bambini, ma anche adulti e anziani potranno sottoporsi, nel fine settimana. "Benché, a giudicare dal numero di accessi ai pronto soccorso, il picco stagionale della malattia sembri ormai superato – prosegue l’esperta -, può essere comunque consigliabile vaccinarsi, specie per alcune categorie: penso, ad esempio, agli anziani che sono in procinto di entrare nelle Rsa. Da tenere presente che l’efficacia del vaccino decorre dopo 10-15 giorni dalla sua esecuzione". Ridurre la sintomatologia e prevenire le ospedalizzazioni sono tra i principali obiettivi delle vaccinazioni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro