Ammortizzatori sociali per 74mila: "Così la Cig ha salvato i redditi"

L’analisi Uil: meno ore di cassa ma segnali di crisi, soffrono edilizia e industria

Ammortizzatori sociali per 74mila: "Così la Cig ha salvato i redditi"

Ammortizzatori sociali per 74mila: "Così la Cig ha salvato i redditi"

Le ore complessive di cassa integrazione sono diminuite l’anno scorso, rispetto al 2022, sia in Lombardia (-5,9%;) che nella Città metropolitana di Milano (-29,9%). Si registra però un aumento della cassa ordinaria del +16,4% nella regione, che esprime una riduzione dell’attività lavorativa dovuta a temporanee difficoltà del mercato, come il calo della domanda. I settori produttivi che registrano un incremento delle ore di cassa integrazione nel 2023 rispetto allo stesso intervallo dell’anno precedente sono l’edilizia (+33,4%) e l’industria (+6,3%). I lavoratori in cassa integrazione nel 2023 sono stati nel Milanese 9.551 (-4.078 rispetto allo stesso intervallo del 2022), in tutta la Regione 38.428 (-2.389 rispetto allo stesso intervallo del 2022).

A questi vanno aggiunti quelli coperti dai fondi di solidarietà. Complessivamente, in Lombardia oltre 74.534 lavoratori sono stati coperti dagli ammortizzatori sociali. "La situazione attuale ci mostra una Lombardia in bilico tra lavoro, crisi e opportunità – spiega il segretario Uil Salvatore Monteduro –. È cruciale che il Governo Regionale adotti misure di monitoraggio e intervento per le crisi d’impresa in corso. La nostra richiesta è l’attivazione delle unità di crisi per garantire supporto mirato ai lavoratori e alle imprese". A.G.