Amazon dona a Buccinasco. Swing, l’altalena firmata Boeri

Amazon porta l'opera "Swing" di Stefano Boeri a Buccinasco, donando una maxi altalena al parco locale. L'installazione celebra il gioco, la condivisione e il tempo libero, riflettendo sull'importanza del design funzionale e italiano.

Amazon dona a Buccinasco. Swing, l’altalena firmata Boeri

Amazon dona a Buccinasco. Swing, l’altalena firmata Boeri

Sono iniziati i lavori per l’installazione di “Swing“, l’opera progettata da Stefano Boeri Interiors, lo studio del noto architetto, commissionata da Amazon in occasione del FuoriSalone 2023. L’opera era stata installata nel cortile della Farmacia dell’Università degli Studi di Milano, durante la Design Week, e ora Amazon ha deciso di portarla nel parco della Passeggiata Rossini di Buccinasco.

"Con la donazione dell’altalena alla comunità di Buccinasco, Amazon conferma il costante dialogo con le istituzioni locali dei territori in cui è presente con le sue sedi. Qui, infatti, l’azienda è operativa dal 2018 con un deposito di smistamento di oltre 10mila metri quadrati che si occupa delle consegne dell’ultimo miglio", spiegano dal colosso statunitense. La maxi altalena, caratterizzata da 36 sedute, era inserita, durante il più grande festival del design italiano, nello spazio interattivo “The Amazing Playground“, ispirato al gioco e alla biodiversità. L’altalena circolare si ispira al surrealismo spagnolo e al Circo americano di Madrid, dove gli artisti leggevano seduti su un’altalena durante le loro esibizioni. Una grande giostra “popolare“, simbolo di condivisione e inclusione, che propone, oltre al divertimento, una riflessione sul valore del tempo libero, celebrando il gioco all’aria aperta e i momenti di leggerezza. Per montare l’installazione ci vorranno almeno tre mesi: i lavori sono iniziati e l’inaugurazione è prevista per la fine di questa estate. "Il gioco è una cosa seria – aveva commentato l’archistar Boeri all’inaugurazione di “Swing“ –. Non c’è futilità o frivolezza ma senso di libertà. L’opera dimostra che il design è anche funzionale, non è solo bello. È questa l’anima del design italiano". Francesca Grillo