Alzheimer e salute mentale: serve parlarne sempre di più

L'articolo riporta il ringraziamento di una signora anziana a Paola Severini Melograni per la trasmissione su Franco Basaglia e l'importanza di affrontare il tema della salute mentale, in particolare dell'Alzheimer. Paola risponde condividendo le preoccupazioni e scusandosi per non aver risposto prima, menzionando anche le sue attività editoriali.

Melograni

Cara signora Paola,

ho visto la trasmissione di domenica scorsa su Franco Basaglia e mi sono veramente commossa. Ci sono state molte commemorazioni ma O Anche No, la storia che ha raccontato Mario Acampa e la struttura della sua trasmissione, è stata diversa da tutte le altre e quindi io la ringrazio perché in questo momento parlare di salute mentale ricordando i problemi del passato e dando uno sguardo alle prospettive del futuro - in particolar modo al tema dell’Alzheimer - è qualcosa di davvero importantissimo. Mi permetto anche di dirle che in Italia gli anziani con l’Alzheimer sono un numero spaventoso e sono destinati ad aumentare. Penso sia necessario costruire una grande rete di protezione che, nel nome di Franco Basaglia, possa lavorare per tutte le persone del nostro bellissimo Paese.

Nonna Valeria

Cara nonna Valeria, grazie per l’attenzione. Non è la prima volta che lei mi scrive e mi scuso per non averle risposto prima. Condivido tutto quello che ha voluto esprimere e approfitto anche per scusarmi con nonna Bianca che segue me e il lavoro delle mie tre redazioni (la redazione di O Anche No, il programma sulla disabilità positiva in onda su Rai3 ogni domenica mattina alle 10.15 circa e in replica il lunedi notte alle 1.15 circa, quella de La Sfida della Solidarietà, sulle frequenze di Radio Rai Gr Parlamento ogni lunedì e venerdì sera alle 20.30 e quella di Angelipress). Nonna Bianca merita doppiamente le mie scuse perché sarei dovuta andarla a trovare a Milano ma sono stata travolta dall’iniziativa promossa da Fondazione F - ne approfitto per ricordare che da domani, lunedì 18 a giovedì 21 marzo dalle ore 9 alle ore 18 sarà possibile visitare (in Fondazione, in via Flavio Vegezio 17) la mostra di Riccardo Bagnoli sul bellissimo reportage che racconta l’impegno di una grande donna, Elena Iannotta Malagodi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro