Alessia Lautone, direttrice di LaPresse, aggredita in via San Gregorio. Il suo racconto

Mattinata di paura per la giornalista, presa di mira da uno sconosciuto: “Continuava a fare il gesto di volermi sgozzare”. Numerosi attestati di solidarietà dalla politica

Alessia Lautone, direttrice di LaPresse

Alessia Lautone, direttrice di LaPresse

Milano, 14 dicembre 2023 – Momenti di paura questa mattina in via San Gregorio, strada del centro fra la Stazione Centrale e Porta Venezia, per Alessia Lautone, direttrice dell’agenzia di stampa LaPresse. 

La giornalista è stata presa d’assalto da uno sconosciuto. Ancora non si sa se l’uomo fosse uno squilibrato o qualcuno che avesse riconosciuto Lautone, che ha raccontato l’accaduto con un post su X. “Sono stata aggredita con spinte e insulti – ha scritto sul social network di Elon Musk – L'uomo continuava a fare il gesto di volermi sgozzare. Così, senza motivo". Poi ha aggiunto: "mattinata da incubo in via San Gregorio a Milano".

Le reazioni

La vittima dell’agguato, personaggio pubblico, ha ricevuto una serie di attestati di solidarietà, in particolare da esponenti della politica. 

"Esprimo massima solidarietà e vicinanza alla direttrice de La Presse Alessia Lautone. Ho appena saputo di questa ignobile aggressione e quindi ci tengo ad esprimere a nome di tutto il M5s la solidarietà – ha detto il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte – Questo conferma che c'è un grande problema di sicurezza, non solo nelle nostre periferie ma addirittura al centro delle nostre più grandi città". 

Sostegno è arrivato anche dal centrodestra, con una lettura politica differente. Se l’opposizione a Roma stigmatizza l’azione del governo Meloni, i moderati se la prendono con Sala. "Piena solidarietà alla direttrice dell'agenzia LaPresse, Alessia Lautone, aggredita oggi, con spinte e insulti, in pieno centro a Milano – dichiara la senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli – Un episodio, l'ennesimo, che dimostra ancora una volta in quale grave situazione di totale insicurezza versi la città". 

Infine un profilo terzo è tenuto dal presidente del Senato Ignazio La Russa, che si è “limitato” a offire la sua solidarietà alla giornalista. “Solidarietà ad Alessia Lautone, direttrice dell'agenzia di stampa LaPresse, che questa mattina a Milano é stata aggredita nella zona della stazione Centrale. A lei la vicinanza mia personale e del Senato della Repubblica”, ha scritto in una nota l’esponente di Fratelli d’Italia.

Chi è

Alessia Lautone ha esordito nel mondo della televisione, ideando, scrivendo e conducendo vari programmi. Poi il passaggio alla radio e alla carta stampata. Per 18 anni ha lavorato in AdnKronos, agenzia di cui è stata anche direttrice responsabile (per sette annui).  Nel febbraio 2021 l’approdo a LaPresse. Classe 1966, romana, ha due figli grandi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro