Albero e maxi-schermo in Galleria: caos assicurato. I commercianti: “Il display va spostato”

I titolari degli esercizi lamentano un calo negli affari e propongono una posizione diversa dell’allestimento

La folla davanti al maxi-schermo su cui è stata proiettata la Prima
La folla davanti al maxi-schermo su cui è stata proiettata la Prima

Milano, 9 dicembre 2023 – Albero di Natale più maxischermo in Galleria Vittorio Emanuele per la prima della Scala uguale festa di Sant’Ambrogio e folla delle grandi occasioni nel Salotto dei milanesi. Ma la si può vedere anche da un altro punto di vista, quello dei commercianti: albero di Natale più maxischermo per la Prima uguale a Galleria bloccata e riduzione degli affari per negozi, ristoranti e bar.

Una calca dovuta a un combinato disposto di passanti nel Salotto, clienti abituali degli esercizi commerciali e, dalle 17 a fine serata, milanesi che volevano vedere la Prima della Scala, il “Don Carlo“ di Giuseppe Verdi, in uno dei luoghi simboli della città, l’Ottagono del Salotto. I commercianti parlano di un "effetto tappo". Difficile, a un certo punto del pomeriggio, transitare per la Galleria e guardare le vetrine vicino all’Ottagono.

Ogni anno accade, da quando il Comune ha deciso di mettere il maxischermo in Galleria. Alla fine tutti ci passano un po’ sopra, perché Sant’Ambrogio è un giorno di festa e la calca è inevitabile. Ma il giorno dopo, a mente fredda, i gestori dei locali nel Salotto, pur non volendo fare i guastafeste, sottolineano che il maxischermo piazzato al centro dell’Ottagono con l’albero natalizio di fianco non è la soluzione migliore per l’utilizzo della Galleria nel giorno di Sant’Ambrogio e nel giorno precedente, quando gli operai occupano l’Ottagono per montare il maxischermo.

La loro proposta – informale, per ora, ma che potrebbe presto tradursi in una lettera indirizzata al Comune – è collocare il maxischermo in una posizione diversa della Galleria, magari sul braccio rivolto verso via Silvio Pellico, facendo posizionare gli spettatori della Prima nello spazio meno battuto e più libero del Salotto, visto che il braccio lato via Pellico è l’unico in cui non sono posizionati i dehors. Ma i commercianti non si lamentano e basta, segnalando anche note positive nel post-Sant’Ambrogio: lo smontaggio del maxischermo è avvenuto in tempi record e già ieri l’Ottagono era più praticabile. Non solo. Il montaggio dell’albero di Natale targato Gucci, avvenuto nei giorni precedenti alla Prima, è stato particolarmente celere.

Nota negativa osservata dal cronista: i cavi elettrici che illuminano l’albero, nascosti da protezioni di plastica che passano nel pavimento della Galleria, hanno provocato più di una caduta. Attenti a dove mettete i piedi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro