LAURA LANA
Cronaca

Al Rondinella la rassegna ZPower. Quattro film scelti da 32 giovanissimi

Sesto San Giovanni, un progetto portato avanti dagli studenti del territorio. E stasera si replica

Al Rondinella la rassegna ZPower. Quattro film scelti da 32 giovanissimi

Al Rondinella la rassegna ZPower. Quattro film scelti da 32 giovanissimi

La Generazione Z al comando del CineTeatro Rondinella. È successo lunedì e si ripeterà stasera, quando gli spettatori troveranno una rassegna realizzata da un gruppo di 32 giovanissimi delle scuole del territorio (Salesiani Sesto, liceo Casiraghi, istituto professionale Falck, Itas Natta, ITG Cartesio e Collegio Sant’Antonio).

"Questa esperienza ci ha visti impegnati da novembre fino a oggi. Abbiamo deciso insieme i quattro film da programmare selezionandoli all’interno di un catalogo di 10 opere in cui giovani come noi raccontano i propri sogni, ambizioni, desideri di crescere, vivere e affermarsi – hanno raccontato gli studenti, Young Programmers tutti tra i 16 e i 18 anni -. Abbiamo preparato i materiali di approfondimento, ideato le strategie di comunicazione per coinvolgere il pubblico e infine saremo presenti nei giorni della rassegna". Per quattro serate saranno loro a gestire la sala di viale Matteotti, dietro e davanti le quinte. "In queste occasioni potrete incontrarli e conoscerli un po’ meglio. Alcuni si occuperanno della presentazione dei film, altri hanno preparato le schede, altri ancora sono alla casse e alcuni faranno un elaborato finale con foto e video", hanno spiegato i tutor del progetto al pubblico.

La rassegna ZPower si è aperta con The holdovers di Alexander Payne, con uno spettacolare Paul Giamatti, e stasera alle 21 proseguirà con il capolavoro di Matteo Garrone Io capitano, già candidato agli Oscar come miglior film straniero. Giovedì 18 aprile sarà la volta di Petites - La vita che vorrei… per te di Julie Lerat-Gersant e lunedì 22 aprile alla stessa ora si chiuderà con Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki. "Sono ragazzi mossi dalla passione per il cinema che hanno ideato, pensato e scelto cosa proporre – ha sottolineato Gianluca Casadei, gestore del Rondinella -. Hanno creato una rassegna con alcuni dei titoli più forti della stagione, quindi una rassegna mainstream, ma perfetta. C’è poi Petites che è invece una gemma da scovare. Una scelta inedita, non usuale, e un film che parla di una 16enne dalla vita difficile, mandata dal giudice minorile in un centro di accoglienza per giovani incinte".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro