Polizia in via Trilussa 12, a Milano
Polizia in via Trilussa 12, a Milano

Milano, 30 giugno 2020 - Omicidio nella notte, in via Trilussa 12, a Milano. Un uomo di 46 anni, Tommaso Libero Riva, ha ucciso a coltellate un vicino di casa 68enne, Giuseppe Alfredo Villa, al culmine di una lite. L'uomo, armato di un coltello da cucina, è salito al piano superiore per affrontare l'anziano che vive con la moglie coetanea. 

Stando a quanto raccontato dai vicini, lui, come altri condòmini dello stabile di cinque piani in zona Quarto Oggiaro, aveva più volte avuto contrasti con l'assassino, che spesso danneggiava il portone d'ingresso prendendolo a calci e faceva baccano fino a notte fonda. In passato, alcuni residenti del palazzo avevano presentato esposti per denunciare la situazione di degrado nell'appartamento al secondo piano, abitato da Riva. Da quanto emerso finora, l'omicida non ha mai pagato le spese condominiali, accumulando debiti per svariate decine di migliaia di euro,  e da qualche tempo viveva senza luce e gas, perché le utenze erano state staccate per morosità.

Giuseppe Alfredo Villa, la vittima, è stato stato trasportato d'urgenza all'ospedale Niguarda dove è morto pochi minuti dopo l'arrivo, intorno alle 3.40. La polizia arrivata al condominio di via Trilussa ha poi arrestato per omicidio Tommaso Libero Riva, che è stato trovato nel cortile dello stabile.

Il ferito è stato soccorso e trasportato in gravi condizioni e in arresto cardiaco al Niguarda, dov'è deceduto alle 3.40. L'autore del raid mortale è stato bloccato dagli agenti della Volante nel cortile dello stabile e portato in Questura,  dov'è stato arrestato per omicidio volontario.