MONICA AUTUNNO
Cronaca

Abusivi e degrado nell’ex discoteca Area

La denuncia: l’area abbandonata da 15 anni fra Pessano e Gorgonzola è in condizioni igieniche disastrose

Migration

di Monica Autunno

Fu un tempio della musica da ballo sino a quindici anni fa, ora è un rudere spettrale nel cuore della zona artigianale, ricettacolo di balordi, teatro di occupazioni abusive, bomba ambientale e deposito per masserizie, rifiuti e refurtiva. Dal consiglio comunale di Gorgonzola nuovo atto d’accusa sulle condizioni del capannone ex discoteca Area, a lanciarlo, durante il dibattito sulla ricognizione degli immobili di proprietà comunale, il consigliere di minoranza, nonché agente di polizia locale, Matteo Pedercini. Il vecchio dancing dismesso, su territorio pessanese ma di proprietà dei due comuni confinanti, si trova in via Primo Maggio, proprio nel cuore di quel consorzio artigianale Gorgonzola-Pessano con Bornago, che vide insediarsi negli anni Ottanta e Novanta grandi aziende e multinazionali tuttora leader nel settore delle tecnologie e della meccanica. Il consorzio è formalmente chiuso ormai da anni. Su una eventuale ri destinazione del complesso dell’ex discoteca, dopo la serrata del locale una quindicina di anni fa, ci si è arenati. E la situazione, come dicono le immagini, è a dire poco emergenziale. Il sito perfettamente accessibile da varchi nella recinzione, rifiuti e masserizie, mobili e suppellettili che raccontano con chiarezza "ciò che tutti sappiamo, e che ho constatato personalmente. Il complesso è da tempo rifugio abituale di almeno una quindicina di occupanti abusivi, che conoscono bene le regole, abbandonano il sito alle prime luci dell’alba e vi tornano la sera tardi, per non incorrere in controlli. L’insicurezza e il mancato rispetto di qualsiasi regola di salute pubblica sono assoluti. Trovo incredibile che si possa continuare a far finta di niente. Una soluzione va trovata". Uno degli ultimi blitz della polizia locale risale circa un anno fa quando furono ritrovate fotografie e suppellettili residuo di un maxi furto al cimitero di Gorgonzola. Negli anni sono state spiccate anche alcune denunce per ricettazione e occupazione abusiva. L’ex Area incide formalmente sul territorio di Pessano con Bornago, ma lo stabile è co-proprietà dei comuni al 50%. "È sicuramente - così Angelo Stucchi - una problematica a noi nota. Una soluzione potrebbe essere quella di reperire un’azienda interessata a espandere gli spazi".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro